Australian Open, trionfo Errani-Vinci in doppio. Murray in finale

0
555
Sara Errani e Roberta Vinci ©Mark Kolbe/Getty Images

La magnifica coppia azzurra composta da Sara Errani e Roberta Vinci ci regala la prima gioia del 2013 conquistando il torneo degli Australian Open di doppio grazie alla vittoria in tre set sulla coppia padrone di casa composta dalla giovanissima Ashleigh Barty (16 anni) e Casey DellAcqua con il punteggio di 6-2 3-6 6-2 in poco più di un ora e mezza di gioco. Un anno fa le azzurre si erano fermate in finale ma oggi sono entrate in campo con la consapevolezza di essere la coppia più forte in campo e soprattutto con la fiducia al massimo dopo la vittoria sulle sorelle Williams. Il punteggio finale non deve ingannare con le azzurre sempre in controllo del match con un unico passaggio a vuoto nel corso del secondo set dove le australiane hanno tentato una rimonta subito rintuzzata nel terzo set. Terza vittoria di uno slam in carriera dopo le gioie del 2012 al Roland Garros e agli Us Open e leadership mondiale assolutamente confermata per la gioia dei tanti tifosi italiani.

Sara Errani e Roberta Vinci ©Mark Kolbe/Getty Images
Sara Errani e Roberta Vinci ©Mark Kolbe/Getty Images

Come al solito la semifinale fra Roger Federer ed Andy Murray è un antologia del bel tennis con continui capovolgimenti di fronte ed un livello di tennis che solo Novak Djokovic al momento può emulare. È il dritto il colpo che fa la differenza per lunghi tratti d match, Murray riesce a non perdere mai campo realizzando molti vincenti che gli consentono di vincere il primo ed il terzo set. Federer non serve ai suoi soliti livelli, pochi ace ma nei tie break lo svizzero riesce a fare la differenza portando la partita alla sua naturale conseguenza, il quinto set. Un parziale di 12 punti a 4 spacca l’inizio del quinto set a vantaggio dello scozzese che si porta in un amen sul 3-0 con Federer a pagare lo sforzo mentale della vittoria del quarto set. Murray non concede più nulla vincendo alla fine con il punteggio di 6-4 6-7 6-3 6-7 6-2 in quattro ore esatte di gioco con lo scozzese a conquistare la terza finale a Melbourne in carriera riuscendo per la prima volta a superare Federer in una prova del grande Slam.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here