Berlusconi incorona Seedorf “allenerà il Milan”

Il presindente del Consiglio Silvio Berlusconi abbandona per un giorno le vesti ufficiali per partecipare alla cerimonia per la nomina del centrocampista del Milan Clarence Seedorfa cavaliere dell’Ordine di Orange-Nassau.

Il centrocampista riceve a Roma la massima onoreficenza per un cittadino dei Paesi Bassi e visibilmente emozionato dimostra ancora una volta il suo legame speciale con il MIlan e con la famiglia Berlusconi.

Il presidente infatti elogia Seedorf per il suo self control dandogli un ruolo da leader in campo e fuori e professando un futuro sulla panchina del Milan “Giocherà fino a 52 anni fa bene a non porsi limiti, è un leader dentro il campo, dove garantisce sempre 3-4 giocate miracolose che valgono il prezzo del biglietto, e fuori, è un esempio di vita per tutti. Si è sempre comportato come un signore. La famiglia Seedorf produce industrialmente campioni di calcio: giocano anche due suoi fratelli e un cugino. Tra l’altro due giocano adesso nel Monza e noi li stiamo osservando per portarli al Milan. E certamente quando Seedorf sarà allenatore del Milan avrà un occhio di riguardo per la sua famiglia. Noi, del resto, siamo clientelari, come dicono tutti i giornali, per cui questa cosa la consentiremo…”

Anche Seedorf ha parole d’oro per Berlusconi “Con Berlusconi non ho un rapporto politico, ho avuto la fortuna di conoscerlo bene e con lui la sua famiglia. È un grandissimo uomo, intelligente e di gran cuore. Da fuori si dicono tante cose non vere su di lui…”.

Gli obiettivi imminenti per i due sono il campionato, ormai ad un passo, e la COppa Italia per poi sedersi a parlare del futuro che se dalle parole di oggi una riconferma è sempre più ipotizzabile.