Napoli, con l’arrivo di Rolando si può puntare allo scudetto

0
650
Rolando, nuovo difensore del Napoli © MIGUEL RIOPA/AFP/Getty Images

E anche il Napoli, ad un passo dal gong, conclude un bel colpo in entrata. Si tratta di Rolando, difensore centrale classe ’85 del Porto, vicinissimo alla Roma quest’estate. Una trattativa lunga e complessa che rischiava di saltare con l’inserimento del Qpr, squadra all’ultimo posto in classifica in Premier League. Il giocatore infatti, sembrava pronto a sbarbare in Inghilterra, preferendo un trasferimento a titolo definitivo in terra inglese piuttosto che un prestito (con diritto di riscatto) in terra italica. Ma la dirigenza partenopea con un colpo di coda inaspettato (ormai le agenzie annunciavano il passaggio del difensore portoghese al Qpr) è riuscita a convincere il giocatore a trasferirsi in Campania (forse gli hanno assicurato il riscatto al termine della stagione) per cercare di conquistare quello scudetto che a Napoli iniziano a sognare.

La trattativa si è conclusa con un prestito oneroso da 1 milione di euro e diritto di riscatto fissato in 7.5 milioni per una valutazione complessiva dell’affare in 8.5 milioni.

Rolando, nuovo difensore del Napoli © MIGUEL RIOPA/AFP/Getty Images
Rolando, nuovo difensore del Napoli © MIGUEL RIOPA/AFP/Getty Images

Rosa completaRolando in difesa, Armero a centrocampo e Calaiò in attacco. Il Napoli si conferma pressoché perfetta sul mercato, migliorando di sessione in sessione la rosa a disposizione di Mazzarri. Giocatori utili alla causa, dalle pretese economiche non eccessive e di prospettiva (non sempre!). A questo punto, il tecnico livornese non ha più scuse, può e deve puntare a quel primo posto distante solamente 3 punti. Sembra la stagione giusta per raggiungere quell’obiettivo sognato da anni… La Juventus sembra avere qualche passaggio a vuoto di troppo, Inter e Milan si ritrovano in piena ricostruzione e le altre non rappresentano delle minacce. La sfida ai bianconeri è stata lanciata.

Da subito titolare? – Se leggiamo di nomi che compongono la difesa titolare del Napoli notiamo che raramente hanno subito cambiamenti dall’inizio dell’era Mazzarri. Quest’anno qualcosa è cambiato, con l’inserimento in pianta stabile di Britos, spesso preferito ad Aronica (che a gennaio è passato al Palermo), facendo intuire una certa voglia di rinnovamento nel reparto difensivo che per anni ha visto nell’undici iniziale Campagnaro, Cannavaro e appunto Aronica. Con l’arrivo di Rolando, l’addio a fine stagione dell’italo-argentino ex Sampdoria sembra scontato (attualmente è in scadenza di contratto e non sembra voler rinnovare il suo rapporto con il Napoli). Per questo motivo, complice qualche squalifica di troppo (Campagnaro e Britos) e l’imminente cessione di Fernandez (pronto un contratto con il Getafe per l’argentino), l’ormai ex difensore del Porto, potrebbe esordire da titolare già nel prossimo week end al San Paolo contro il Catania.

A poco più di 24 ore dal termine della sessione invernale di mercato, il Napoli sembrerebbe uscito maggiormente rafforzato rispetto alla Juventus, che in entrata ha concluso solamente l’operazione Anelka. Niente di eccezionale insomma e viste le difficoltà dell’ultimo mese, viene da pensare che i partenopei rischiano di diventare qualcosa più di semplice anti-Juve. E attenzione al ritorno delle competizioni europee (da febbraio), che potrebbe causare perdita di punti importanti in entrambe le formazioni. Chi riuscirà a reggere più a lungo il doppio impegno Serie A – Champions/Europa League? Solo il campo potrà darci questa risposta…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here