Champions League: Dinamo Kiev – Inter 1-2. Le interviste

0
198

Mourinho: “E’ una prestazione fantastica, fatta di grande cuore, di voglia, di emozione. Questo è un secondo tempo da ricordare. Adesso dobbiami fare tre punti, perchè credo che 9 punti siano abbastanza per passare il turno. Tutto è nelle nostre mani, siamo arrivati qua ultimi e ne usciamo primi. Bene così. Ora mi aspetto un San Siro tutto esaurito contro il Rubin Kazan. Sneijder? Prestazione fantastica, ha lavorato in modo fantastico per recuperare e devo ringraziare anche lo staff medico. Questo è il carattere del giocatore. La gara di Barcellona? Ci servono punti, per qualificarci o per trovare il primo posto. Abbiamo il match point con il Kazan ed è un grande vantaggio. Prima però pensiamo al campionato”

Muntari: Noi volevamo vincere la gara, ma nel primo tempo le cose non sono andate bene. Nei secondi 45′ per fortuna siamo riusciti a giocare la partita che volevamo trovando due goal importantissimi. Siamo stati molto bravi a non abbassare la testa, mai. Questa vittoria ci può dare tantissimo per il futuro, e adesso siamo felici perchè in campionato siamo primi e ora anche in Champions stiamo sistemando le cose. Dopo la gara di oggi siamo sicuramente più tranquilli”

Samuel Eto’o: “Quando l’allenatore nell’intervallo ci ha chiesto di fare molta più pressione lo abbiamo fatto e credo che la vittoria alla fine sia stata meritata. Adesso ci bastano tre degli ultimi sei punti per ottenere la qualificazione matematica, non penso a quello che sta facendo il Barcellona ma credo che non avrà problemi a qualificarsi. Mi piacerebbe ritrovarlo di fronte in finale di Champions, ma adesso la mia preoccupazione è solo l’Inter”.

Milito: “È una vittoria fondamentale in una gara durissima. La Dinamo gioca molto bene, ma nel secondo tempo abbiamo fatto una buona partita e abbiamo meritrato di vincere. Potevano segnare prima, abbiamo avuto tante occasioni, ma per fortuna abbiamo avuto fortuna nelle ultime due. Stiamo lavorando per arrivare il più lontano possibile, non è facile farlo, lo si è visto anche stasera, le squadre che si affrontano in questa competizione sono fortissime. Dobbiamo far bene contro Barca e Rubin? Sì, saranno gare difificili, ma ora godiamoci questa vittoria”.

Shevchenko: “Penso che abbiamo pagato l’inesperienza dei molti giovani che abbiamo in squadra. Potevamo gestire molto meglio il vantaggio del primo tempo ma con i ragazzi che non sono abituati a giocare a questi livelli i rischi sono questi. L’Inter nel secondo tempo ha messo molti attaccanti per cercare una maggiore qualità ma noi dovevamo approfittarne in contropiede. Il girone? E’ tutto da giocare, se ci esprimiamo sui livelli delle ultime gare possiamo lottare fino in fondo”

Articolo precedenteChampions League 4 Giornata: Risultati, classifica e marcatori dei gironi E, F, G, H
Articolo successivoChampions League: Fiorentina – Debrecen 5-2. Le interviste post partita
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO