Anche il Chelsea su Sanchez

0
437

E’ indubbiamente l’ago della bilancia di questo mercato che ancora stenta a decollare. Il menu è ricco di pietanze, è vero, ma di grandi colpi ancora neanche l’ombra con le trattative ancora in fase embrionale tant’è che il suo trasferimento è necessario per creare il cosiddetto “effetto domino” e infiammare la campagna trasferimenti 2011-2012 che, al momento, vive una fase di stallo.

© Claudio Villa/Getty Images
Stiamo parlando di Alexis Sanchez. L’attaccante dell’Udinese è conteso da Barcellona e Manchester City che su di lui stanno scatenando una vera e propria asta arrivata già oltre i 40 milioni di euro. La proposta più alta pervenuta sulla scrivania del patron friulano Pozzo è quella dello sceicco Mansour che ha messo sul piatto della bilancia 43 milioni di euro anche se il nazionale cileno ha fatto sapere di volere il Barcellona. Ma tra le due litiganti si è inserita una terza pretendente per il 22enne di Tocopilla: e chi se non il Chelsea del nuovo allenatore Andrè Villas Boas? Paperon Abramovic ha promesso al suo tecnico una campagna di rafforzamento sontuosa e può superare l’offerta dello sceicco patron del City. Qualunque sia l’esito finale, chi ne esce vincitore da questa situazione è la famiglia Pozzo che ha saputo resistere alle prime grandi offerte (30 milioni) con il chiaro intento di creare un’asta per ricavare quanto più possibile dalla cessione del cileno pezzo pregiato del mercato. Ma allo stesso tempo deve fare attenzione a non tirare troppo la corda onde evitare che questa si spezzi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here