Chiellini recuperato ma è allerta diffida

0
740
Chiellini recuperato ma è allarme diffida | © AFP/Getty Images

In un collettivo è sempre difficile misurare l’importanza ed il peso specifico di un singolo, ancor più se si tratta di una squadra come la Juventus che fa del principale comandamento l’importanza del gruppo rispetto alle individualità, con il proprio tecnico Antonio Conte che non si stanca di ripetere, a mò di “mantra”, tale concetto nonostante in squadra possa contare su singoli preziosi e decisivi. Fra questi, vi è il caso di Giorgio Chiellini per il quale si dovrebbe fare un’eccezione in quanto sono i numeri, quindi inconfutabili, a determinare il suo essere essenziale per la difesa bianconera e, di conseguenza, per il rendimento della Signora. Infatti, con Chiellini in campo, la Juventus ha perso soltanto una gara in questa stagione – contro l’Inter in campionato – mentre Giorgio Chiellini era assente nelle altre quattro sconfitte rimediate contro il Milan, la Sampdoria e la Roma in campionato, e contro la Lazio in Coppa Italia. Nelle 19 presenze complessive di Giorgio Chiellini in questa stagione (13 in campionato e 6 nella fase a gironi della Champions League) la Juventus ha raccolto, invece, ben 13 vittorie, 5 pareggi ed una sola sconfitta, nel già citato match contro l’Inter.

Chiellini recuperato ma è allarme diffida | © AFP/Getty Images
Chiellini recuperato ma è allarme diffida | © AFP/Getty Images

Ecco perchè mister Antonio Conte non può che salutare con grande gioia il ritorno a disposizione del suo difensore, che manca dal terreno di gioco dal lontano 16 Dicembre, quando la Juventus vinse 3-0 contro l’Atalanta, prima che si infortunasse nel corso della seduta di allenamento del 19 Dicembre riportando una lesione al polpaccio destro che lo ha tenuto fermo per più di due mesi, ed in particolare costringendolo a saltare ben dodici gare, non a caso proprio nel periodo in cui la Juventus ha di fatto rallentato la propria corsa forsennata, vedendo ridursi la propria media punti da 2,32 ad 1,75 e dimostrando che non è affatto agevole – nè per Peluso, nè per Caceres, nè per chiunque altro – essere in grado di sostituirlo a dovere.

Ora, però, il perno difensivo bianconero è finalmente pronto a tornare a disposizione del tecnico, tornando a comporre quel terzetto difensivo ormai assolutamente collaudato con Bonucci e Barzagli, per la gara di campionato di domenica pomeriggio allo Juventus Stadium contro il Siena. Sul suo ritorno, però, grava un’ombra importante, ossia il fatto che Giorgio Chiellini sia diffidato e, dunque, se dovesse essere ammonito nella gara con il Siena salterebbe per squalifica l’attesissimo big match del San Paolo contro il Napoli in programma Venerdì 1 Marzo.

Proprio per tal motivo, mister Conte non è ancora sicuro di volerlo “rischiare” nel match contro il Siena, preferendo convocarlo e mandarlo in panchina e schierando al suo posto uno tra Caceres ed il rientrante Peluso, adoperando Chiellini soltanto nel caso di effettiva necessità, scegliendo così di risparmiarlo per mandarlo in campo al 100% contro il Napoli, quando la posta in palio sarà altissima in chiave lotta-scudetto e la sua esperienza, la sua personalità e la sua presenza saranno indispensabili per provare ad arginare il super attacco partenopeo formato da Cavani, Hamsik, Pandev o Insigne.

In tal senso, sempre con un occhio alla sfida contro il Napoli, è probabile che mister Conte possa concedere un turno di riposo anche ad Andrea Barzagli, anche lui a rischio squalifica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here