Clamoroso la finale della poule scudetto sospesa per tafferugli

0
687

Siracusa e Pro Vasto si dovevano scontrare oggi per decidere chi fosse la migliore dei dilettanti con l’assegnazione dello scudetto di serie D, ma ancora una volta il calcio vive una giornata nera per l’immotivata quanto assurda animosità dei tifosi isolani. I tifosi del Siracusa sotto di due gol all’intervallo inscenano un forsennato lancio d’oggetti nei confronti della gradinata occupata dai tifosi avversari costrigendo le forze dell’ordine all’intervento massiccio per evitare conseguenze piu gravi, da qui poi è scaturita la decisione di sospendere la partita per ordine pubblico. I tifosi siciliani si erano resi protagonisti di atti vandalistici anche sul treno che dalla lontana Sicilia li portava nella città pontina di Aprilia per la disputa della finale. Il primo tempo seppur passato in secondo piano aveva visto il predominio abbruzzese degli uomini di Di Meo, che si erano portati sul doppio vantaggio grazie alle reti di di Potenza al 25′ e di Okoroji al 43′. Si aspettano adesso pene esemplari per i protagonisti di questo ennessimo atto di vandalismo e che il giudice sportivo assegni lo scudetto alla Pro Vasto.

TABELLINO
SIRACUSA: Fornoni, Accaputo, Mariniello, Berti, Iodice, Occhipinti, Bufalino, Giurdanella, Cosa, Sarli, Catania. A disp.: Siringo, Garufi, Dalì, Biondo, Strigari, Frittitta, Cianni. All.: Marco Pizzo.
PRO VASTO: Gaudino, Benedetti, Scielzo, Okoroji, Ciotti, Digno, Fiore, Avantagiato, Soria, Potenza, Bonfiglio. A disp.: Mainardi, Bozelli, Della Penna, Gargiulo, Suriano, Dell’ Oglio, Linardi. All.: Giuseppe Di Meo.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna (Atta Alla di Roma1 e Manzo di Como)
MARCATORI: 25′pt Potenza, 43′pt Okoroji
NOTE: partita sospesa all’intervallo a causa incidenti provocati dai tifosi del Siracusa

Articolo precedenteCofederations Cup: Spagna è record, le Furie Rosse non fanno sconti
Articolo successivoF1: Vettel domina il GP di Gran Bretagna
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO