Copa Libertadores, l’exploit del Boca ed il bomber Scocco

0
653
Ignacio Scocco | © AFP / Getty Images

Mentre l’Atletico Mineiro si conferma saldamente come l’unica squadra a punteggio pieno, prendendo nota peraltro anche degli exploit delle altre squadre brasiliane, la Copa Libertadores registra l’importante rientro sulla scena del Boca Juniors, che non aveva iniziato la sua campagna continentale nel migliore dei modi. La squadra del virrey Carlitos Bianchi, che tra l’altro arranca pericolosamente in campionato, ritorna protagonista, vincendo la resistenza casalinga del Barcelona di Guayaquil, grazie ad un gol del promettente Nicolas Blandi. Gli zeneises in pratica brindano alla qualificazione agli ottavi, beneficiando anche del contemporaneo crollo del Toluca sul campo del Nacional Montevideo, vittorioso con un eloquente 4-0.

Proprio quello degli uruguagi del Nacional costituisce un’altra nota lieta della Copa, che ritrova così un’altra sua blasonata protagonista negli ottavi. La squadra di Recoba ed Abreu sta beneficiando dell’ottima vena realizzativa dello stagionato, ma sempre valido Ivan Alonso reduce da una lunga militanza spagnola. Tuttavia, in tema di blasonate non si può mancare di annotare l’ottimo ruolino di marcia dell’Olimpia Asunciòn, che vincendo a Santiago del Cile in casa dell’Universidad, accede agli ottavi, grazie alla nuova prodezza di Richard Ortiz, esterno sinistro di 22 anni seguito anche dal Genoa in tempi non sospetti. Il Rey de Copas paraguayano si è dimostrato ancora una volta all’altezza del suo blasone internazionale.

Ignacio Scocco | © AFP / Getty Images
Ignacio Scocco | © AFP / Getty Images

Tuttavia, riesce a dare uno scossone alla propria classifica anche il Newell’s Old Boys, altra compagine argentina accreditata di poter arrivare fino in fondo alla Copa. I leprosos di Rosario, squadra cara a Lionel Messi, hanno beneficiato contro i venezuelani del Lara ancora una volta dei gol dell’attacco Ignacio Scocco. 28enne di Santa Fè, è ritornato al Newell’s nel 2012 in prestito dai qatarioti dell’Al Ain. Ma aveva giocato nel Newell’s già dal 2003 al 2006 e poi andando a seminare gol all’UNAM di Città del Messico e all’AEK Atene. Attaccante agile che preferisce essere schierato a sinistra, Scocco ha esordito anche con la Selecciòn lo scorso novembre siglando una doppietta al Brasile alla Bombonera, roba da non da poco. L’attaccante ha il grilletto facile e il Torino pare essere insistentemente sulle sue tracce.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here