Coppa d’Africa, finisce il sogno del Burkina Faso. Trionfa la Nigeria

0
954
Tifosi nigeriani in festa © Ian Walton/Getty Image

Fine dei sogni per il Burkina Faso, che viene sconfitto dalla Nigeria nella Finalissima di Coppa d’Africa 2013. Un paese intero sognava l’incredibile successo finale, ma si sono dovuti arrendere davanti allo strapotere delle Super Aquile. Ai nigeriani è bastata una bellissima rete di Sunday Mba al 40′ per trionfare a fine partita e riportare il trofeo a casa dopo 19 anni. L’ultima vittoria della Nigeria infatti è datata 1994, quando l’attuale tecnico biancoverde Stephen Keshi trascinava i suoi connazionali dentro il rettangolo da gioco. Un trionfo atteso a lungo, inseguito con una linea verde che permetterà ai nigeriani di aprire il ciclo importante anche fuori dal continente africano. Per i burkinabè invece rimane la gioia di aver giocato la Finale, inaspettata ad inizio torneo. Il risultato finale (1-0) testimonia comunque la grande organizzazione di gioco di entrambe le nazionali.

LA PARTITA – Al Soccer Stadium di Johannesburg la Nigeria parte a razzo, il Burkina Faso si difende e cerca di ripartire in contropiede, senza troppa fortuna, visto che gli unici tiri verso la porta nigeriana arrivano dalla lunga distanza senza impensierire il portiere Enyeama. Il gol sul finale di primo tempo spezza le gambe ai burkinabè che si ritrovano a dover inseguire per tutto il secondo tempo. Il mostruoso centrocampo nigeriano, composto dal mediano del Chelsea, Mikel e da quello della Lazio, Onazi (uno dei più giovani del torneo), protegge la retroguardia biancoverde, permettendo così di gestire al meglio il match. Il Burkina Faso, tecnicamente non si dimostra all’altezza e stavolta non basta neanche il cuore per realizzare il gol che avrebbe permesso di giocarsi la coppa dagli undici metri.

Tifosi nigeriani in festa © Ian Walton/Getty Image
Tifosi nigeriani in festa © Ian Walton/Getty Image

FESTA NIGERIANA – E adesso via alle danze. Pochi giorni fa infatti, l’associazione delle prostitute nigeriane ha offerto una settimana di sesso gratis ai componenti della Nazionale in caso di vittoria del torneo. Adesso per i giocatori ci saranno sette giorni di fuoco, tra festeggiamenti in terra natia e altrove…

CHAPEAU BURKINA – Un applauso va fatto anche agli sconfitti, arrivati alla finalissima contro ogni pronostico. Il Burkina Faso, pur tra mille difficoltà è rimasto in gara fino al fischio finale dell’arbitro, dimostrando voglia di stupire e di far sognare un intero popolo che va avanti tra mille difficoltà. La vittoria finale poteva portare gioia e sorrisi all’intero Stato africano, ma rimarrà per sempre l’impresa di aver raggiunto la Finalissima, a discapito di Nazionali più forti come la Costa d’Avorio.

19 ANNI DOPO – La Nigeria mancava l’appuntamento con la vittoria dalla Coppa d’Africa 1994. Da quella manifestazione sono passati ben 19 anni. Una generazione intera che non ha dato le gioie che ci si aspettava. Adesso si parte con un nuovo ciclo, con una rosa composta da un mix di giovani e vecchi che permetterà ai nigeriani di poter diventare protagonisti anche fuori dall’Africa.

FINALINA – Nella finale per il terzo e quarto posto, il Mali supera facilmente il Ghana, 3-1 il risultato finale. I maliani si dimostrano con più fame e concretezza rispetto ai ghanesi, che forse si aspettavano di giocarsi la Finalissima al Soccer Stadium di Johannesburg. Per il Ghana in rete il bianconero Asamoah, che tornerà a Torino e dovrà scendere subito in campo per la sfida di Champions contro il Celtic.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here