Coppa Uefa: All’Udinese riesce l’impresa!

0
422

I friulani pur perdendo eliminano i detentori della coppa.

All’Udinese riesce l’impresa!Grazie  al risultato dell’andata accedono ai quarti. Gli uomini di Marino soffrono la forza dei russi nel primo tempo e vanno sotto per uno a zero grazie al gol di Tymoschuk, migliore in campo. Lo Zenit danno l’impressione di poter pareggiare il risultato dell’andata mettendo alle corde per quasi tutti i primi quarantacinque minuti, i friulani sono sembrati troppo timorosi e si sono affidati solamente alle ripartenze. Nel secondo tempo grazie alla strigliata di Marino e al calo fisico dei russi si assiste ad un altra partita, l’Udinese prende campo ed ha tantissime occasioni per pareggiare in almeno due occasioni Malafeev, portiere dei russi, si supera su Quagliarella. Anche Di Natale semina il terrore nella difesa russa e non segna solo per un recupero prodigioso di Tymoshuck. Nel finale grazie alla tecnica del centrocampo friulano congelano il pallone D’Agostino facendo passare il tempo fino al fischio finale. L’Udinese per la prima volta nella sua storia è ai quarti di Coppa Uefa, è una grande soddisfazione per la famiglia Pozzo e per l’allenatore Marino (anche per lui una prima volta) ma anche per l’Italia. L’Udinese infatti è l’unica squadra italiana ancora in corsa nelle competizioni europee, domani con il sorteggio di Nyon conoscerà la sua avversaria dei quarti. Forza Udinese continua a sognare!

ZENIT SAN PIETROBURGO-UDINESE 1-0 (34′ pt Tymoschuk)

Zenit (4-2-3-1): Malafeev; Sirl (26′ st Huszti), Krizanac, Tymoschuk, Kim Dong Jin; Denisov, Semshov; Fayzulin (26′ st Tekke), Zyrianov, Danny; Pogrebnyak.
A disp.: Contofalsky, Ionov, Bobrovski, Kohkhlov. All. Advocaat

Udinese (4-3-3): Handanovic; Lukovic (14′ st Isla), Zapata, Felipe, Pasquale; Inler, D’Agostino, Asamoah; Pepe, Quagliarella, Di Natale (46′ st Obodo).
A disp.: Belardi, Sala, Zimling, Sanchez, Floro Flores. All.: Mezzini(Marino squalificato)

Arbitro: Atkinson (Ing)

Articolo precedenteI pronostici del Pallonaro: Serie A, Serie B e Lega Pro del 21 e 22 Marzo
Articolo successivoGattuso regala un campo di calcio alla sua città
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO