Delusione azzurra: commento e pagelle

0
427

L’amaro verdetto dell’Emirates stadium è che l’Italia non è piu la quadrata tutto cuore ammirata  nei mondiali tedaschi. Il Brasile (in versione europea) si è dimostrato piu forte, piu concentrato e sopratutto con p iu alternative. Ho come l’impressione che il nostro ct si senta un eletto per aver vinto il mondiale e questo lo porta a sentirsi indispensabile piu dei giocatori. Le mie perplessità erano sorte subito dopo le convocazioni, assurde, senza logica e atte in caso di successo a favorire gli elogi sul mister per le intuizioni. Questa amichevole doveva esser un banco di prova per chi dovrà andare ai mondiali, per chi dovrà difendere il titolo. Siamo sicuri di queste scelte? De Sanctis, Pepe, Quagliarella, Gilardino, Di Natale possono esser caricati di questa responsabilità? Secondo me il reparto dove bisogna far esperimenti è la difesa, Cannavaro non è piu il leader carismatico di Berlino e sulla linea difensiva oltre ad un discreto ma ormai spremuto Zambrotta c’è davvero poco, è li che bisogna provare i giovani del futuro azzurro. Nelle altri parti del campo a mio avviso dobbiamo sfruttare il meglio del nostro campionato e ci vuole la fantasia e il genio di Cassano che insieme a Rossi posson fornire linfa e imprevedibilità allo sterile attacco azzurro. Per fortuna in un anno può cambiare molto. Io ci spero ma non ci credo.

Pagelle azzurre: Buffon 6, Zambrotta 6.5, Legrottaglie 5, Cannavaro 4.5, Grosso 5.5, De Rossi 5.5, Pirlo 5, Montolivo 4,5,  Pepe 5, Gilardino 5, Di Natale 4,5, Camoranesi 5, Toni 5.5, Rossi 6.5

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here