Niente Italia, Drogba firma per il Galatasaray

0
618
Drogba, neo acquisto del Galatasay © ALEXANDER JOE/AFP/Getty Images

Tra i due litiganti, il terzo gode. Nel calciomercato questo detto è spesso veritiero e la sessione invernale 2013 non è da meno. Da inizio gennaio si è parlato di Didier Drogba prima vicinissimo alla Juventus, poi al Milan. Le richieste importanti dell’ivoriano però hanno rallentato le trattative, dando la possibilità al Galatasaray di inserirsi con successo tra i due club italiani. Operazione silenziosa e rapida, tanto da suscitare una certa perplessità da parte dei media europei, viste le continue dichiarazioni dell’ex attaccante del Chelsea, favorevole ad un ritorno in Europa solo in un campionato importante. Ok, forse la Serie A ha perso un po di appeal, ma sinceramente, non credo che la Premier turca sia più importante. Fatto sta che Drogba ha firmato per il Galatasaray, raggiungendo l’ex interista Sneijder.

Si attende solamente il via libera dello Shanghai Shenua per ufficializzare l’operazione. L’ivoriano ha firmato un contratto da 18 mesi nella quale percepirà in totale ben 10 milioni di euro. Lascia una miniera d’oro (la Cina) per trovarne un’altra (la Turchia).

Drogba, neo acquisto del Galatasay © ALEXANDER JOE/AFP/Getty Images
Drogba, neo acquisto del Galatasay © ALEXANDER JOE/AFP/Getty Images

I NUOVI RICCHI – Prima Snejider, poi Drogba. Il Galatasaray entra di diritto tra i nuovi ricchi. E’ ormai chiaro l’obiettivo del club turco: arrivare il più lontano possibile in Champions League. Infatti, in campionato il Gala viaggia a +5 rispetto al Besiktas (secondo il classifica e battuto nel recente week end, dove ha esordito l’olandese) e non avrebbe avuto bisogno di un rinforzo di lusso come l’ivoriano. Nella competizione europea di maggior prestigio, i turchi dovranno sfidare lo Schalke 04 agli ottavi di finale e in caso di passaggio del turno diventeranno la mina vagante dai quarti di finale in su.

D’altronde Drogba, non potrà essere d’aiuto ai compagni prima di febbraio (proprio quando si giocherà il primo turno ad eliminazione diretta della Champions), visto che attualmente è impegnato con la propria Nazionale nella Coppa d’Africa.

DECLINO ITALIANO – Un tempo la Serie A era ben vista dagli stranieri, pronti a rinunciare a qualche milione sull’ingaggio pur di atterrare in Italia. Stavolta siamo stati sorpassati da un campionato poco conosciuto come quello turco, il declino è ufficiale!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here