F1: sempre e solo Vettel, a Montecarlo è sua la pole

1
671

Servirà davvero un’impresa domani per strappare la vittoria a Sebastian Vettel che a Montecarlo incastona un’altra pietra preziosa nella sua corona. Il campione iridato in carica conquista sul famoso circuito cittadino monegasco la sua quinta pole stagionale su 6 a disposizione e la 20esima in carriera mettendo una seria ipoteca sulla vittoria di domani considerata l’impossibilità di effettuare sorpassi data la conformazione del circuito stesso e la carreggiata stretta. Il pilota della Red Bull ottiene uno strepitoso 1:13.556 rifilando ben 4 decimi a Jenson Button che domani partirà al suo fianco; tedesco e inglese sono stati gli unici a scendere sotto il muro dell’1:14.

Seconda fila per Mark Webber e Fernando Alonso, quest’ultimo soddisfatto del risultato ottenuto anche se la Ferrari aveva dimostrato durante le prove libere della mattina e di ieri di avere il set adatto per fare un’ottima qualifica. Sono 9 i decimi di ritardo da Vettel, quasi mezzo secondo dall’australiano della Red Bull che partirà poco più avanti. Grande la qualifica di Michael Schumacher che partirà dalla quinta piazza in griglia, vicinissimo tra l’altro ai tempi di Alonso, solo tre decimi esatti a dividerli l’uno dall’altro seguito da Felipe Massa con la seconda Ferrari.

Delusione invece per Lewis Hamilton che paga la troppa sicurezza scendendo in pista a pochi minuti dal termine con l’intento di preservare un set di gomme Pirelli supermorbide, che qui a Montecarlo hanno fatto il loro esordio: la sessione interrotta per l’incidente di cui è rimasto vittima Sergio Perez ha fatto sì che l’inglese effettuasse il suo unico giro veloce, programmato con gli ingegneri, in condizioni di pista non ideali, e con la concentrazione non al top, per impensierire la pole position beccandosi ben un secondo e 7 decimi da Vettel nel suo unico tentativo lanciato facendo il settimo tempo. Ottavo Nico Rosberg, che nelle libere della mattina aveva rischiato tanto sfiorando solo, fortunatamente, le barriere nello stesso punto dove invece si è andato a schiantare Perez danneggiando la sua Mercedes poi rimessa a posto a tempo di record dai meccanici della scuderia tedesca. Chiudono la top ten Pastor Maldonado con la Williams e Sergio Perez che non ha effettuato il giro cronometrato.

Restano fuori dalla Q3 le due Renault di Vitaly Petrov, 11esimo, e Nick Heidfeld, 16esimo, chiudono lo schieramento le due Lotus Renault di Heikki Kovalainen e Jarno Trulli, la Toro Rosso di Jaime Alguersuari, le due Virgin di Timo Glock e Jerome D’Ambrosio e le due Hispania di Vitantonio Liuzzi e Narain Karthikeyan che non hanno effettuato neanche un giro, rimanendo fuori dal 107%, ma che hanno ricevuto lo stesso l’ok dalla direzione di gara per partecipare al Gran Premio di domani che scatterà alle 14:00.

Griglia di partenza

Pos. Pilota Team Tempo Gap
1. VETTEL RED BULL RENAULT 1:13.556
2. BUTTON McLAREN MERCEDES 1:13.997 +0.441
3. WEBBER RED BULL RENAULT 1:14.019 +0.463
4. ALONSO FERRARI 1:14.483 +0.927
5. SCHUMACHER MERCEDES 1:14.682 +1.126
6. MASSA FERRARI 1:14.877 +1.321
7. HAMILTON McLAREN MERCEDES 1:15.280 +1.724
8. ROSBERG MERCEDES 1:15.766 +2.210
9. MALDONADO WILLIAMS COSWORTH 1:16.528 +2.972
10. PEREZ SAUBER FERRARI NO TIME
11. PETROV RENAULT Q2
12. BARRICHELLO WILLIAMS COSWORTH Q2
13. KOBAYASHI
SAUBER FERRARI Q2
14. DI RESTA
FORCE INDIA MERCEDES Q2
15. SUTIL FORCE INDIA MERCEDES Q2
16. HEIDFELD
RENAULT Q2
17. BUEMI TORO ROSSO FERRARI Q2
18. KOVALAINEN
LOTUS RENAULT Q1
19. TRULLI
LOTUS RENAULT Q1
20. ALGUERSUARI
TORO ROSSO FERRARI Q1
21. GLOCK
VIRGIN COSWORTH Q1
22. D’AMBROSIO
VIRGIN COSWORTH Q1
23. LIUZZI
HISPANIA COSWORTH NO TIME
24. KARTHIKEYAN
HISPANIA COSWORTH NO TIME

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here