Finalmente Mourinho ritrova le parole e delizia i giornalisti

0
407

C’è chi lo odia, chi lo ama ma a nessuno sta indifferente, lo Special One Mourinho fa pendere dalle sua labbra proprio tutti, dalle splendide donne al presidente Moratti, dai tifosi interisti ai giornalisti che lo vedono come un messia. Jose questa volta si è fatto attendete ben tredici giorni in modo che le sue parole non intaccassero l’operato della società che stava per vendere la sua stella Zlatan Ibrahimovic.jose mourinho Chiaro, schietto e senza peli sulla lingua, usa le parole per dir tutto e non dire niente:”Eto’o mi piace più di Ibra. Se dicessi il contrario creerei una situazione difficile alla mia società…”. Ovvio che la cessione del miglior giocatore in rosa non farebbe felice nessun tecnico, ma la sostituzione con Eto’o è gradita al tecnico perchè gli permetterà di esser ancor piu protagonista e finalmente aver una squadra completa in tutti i reparti che dovrà perdere però l’Ibradipendenza. Continua Mourinho “Il mio silenzio di questi giorni è stato positivo per tutti. Ma con Moratti ho parlato 4 o 5 volte”.Volevo un difensore che mi permettesse di giocare alto e che sia fortissimo sulle palle lunghe, Lucio lo è! Un prima punta forte? Milito mi piace tantissimo. Un fantasista da schierar dietro le punte? Hleb lo può fare.” Il portoghese almeno a parole sembra aver gradito la campagna acquisti regalatagli di Moratti ma è categorico sulle cessioni: “Abbiamo ceduto uno dei piu forti attaccanti, ma ne abbiamo preso un altro che è tra i piu forti. Non possiamo cedere Maicon perchè lui è il numero uno e il secondo è distante anni luce.” Intanto rumors delle ultime ore parlano di un possibile passaggio in nerazzurro di Cassano con Mancini che andrebbe in blucerchiato come parziale contropartita.

Articolo precedenteCalcio d’estate: Ballardini prova il Za-Pa-Ro contro la Triestina. Probabile formazione e diretta live
Articolo successivoFiorentina: Luisao, Ebouè e Guarente per far dimenticare Felipe Melo. L’amichevole con il Belluno finisce 7-0
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO