Fiorentina, Prandelli: “undici partite un mese, è assurdo”. Dubbio Vargas per il Milan

0
358

“Io leggo solo i comunicati e programmo le partite di conseguenza, questo è il mio compito e più che segnalare la cosa a chi di dovere non posso fare. Certo è una cosa assurda ma possiamo solo essere scontenti, nient’altro. Comunque sia siamo dei privilegiati e bisogna portare rispetto a chi ha altri problemi ben più importanti, per questo non mi sentirete mai usare questa parola.”

Con queste parole il tecnico viola Cesare Prandelli apre la conferenza stampa in vista del match di recupero in programma domani contro il Milan. Il mese di marzo per la Fiorentina sarà caldissimo, con la bellezza di undici partite in trenta giorni, e in questo mese si stabilirà con probabilità il futuro. Sulla partita contro il Milan in programma domani, non si sbilancia tenendo per se i dubbi di formazione che dovrebbero riguardare il ballottaggio tra Bolatti e Zanetti e le condizioni di Vargas, se il cileno non ce la fà è pronto Ljiajic. E sul Milan:

“Sono una squadra in forma e per loro sarà un’occasione straordinaria di agguantare il secondo posto. Comunque non penso che possano vincere lo Scudetto, l’Inter è nettamente più forte di tutte. Noi – continua Prandelli – cercheremo la vittoria che può farci sognare ancora. Dobbiamo impedire al Milan di trovare la profondità e i nostri difensori dovranno anticipare gli attaccanti mantenendo un grande equilibrio. Ronaldinho è strepitoso nell’uno contro uno e verticalizza sempre come pochi al mondo, dovremo stare attenti”. E ancora su Leonardo: “Sta facendo molto bene, con lui il Milan ha trovato grande equilibrio”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here