I Della Valle stringono la cinghia? Corvino vende Felipe Melo

0
369

Barreto, Campagnaro e Panucci arrivano con i soldi del brasiliano

I fratelli Della Valle avevano abituato bene la piazza viola e il loro ds Pantaleo Corvino, ogni anno pronti a metter mano al portafogli per aumentare il tasso tecnico della loro squadra. A quanto pare quest’anno la Fiorentina dovrà cercar di rinforzare la squadra in modo low-cost. Il pezzo forte del mercato viola è centrocampista Felipe Melo, diventato il faro di centrocampo anche della nazionale brasiliana guidata da Dunga. Il bravo Corvino lo scorso anno riusci a portarlo alla corte Prandelli per una cifra irrisoria alla luce del suo valore attuale (7 milioni contro i 25 offerti adesso per il suo cartellino) e riuscirlo a piazzare a queste cifre vorrebbe dire portare a casa una grossa plusvalenza che per chi deve far conto anche del bilancio è un evento prestigioso. Su Felipe Melo c’è anche l’Inter di Mourinho disposta a spendere fino a 18 milioni di euro per il centrocampista viola; lo scorso anno i Della Valle rifitarono le numerose offerte per Adrian Mutu ma quest’anno sarà difficile ripetersi ancor piu perchè il carattere del talento brasiliano, uno dei pochi in grado di accoppiare qualità e qauntità, sembra non andar a genio alla società: le continue espulsioni, proteste e a quanto pare anche adeguamenti contrattuali. Per sostituire Felipe Melo, Corvino sembra aver chiuso con Lillo Foti, presidente della Reggina, per Edgar Barreto il costo dell’operazione si aggirerebbe sugli 8 milioni di euro, in dirittura d’arrivo è il passaggio dalla Sampdoria del difensore Hugo Campagnaro(6 milioni di euro) e potrebbe prender corpo l’idea Panucci, un parametro zero di grande esperienza da utilizzare sopratutto in Champions League. Per il ruolo di vice Gilardino, perso Crespo si era pensato al cagliaritano Matri, ma la necessità di aver un bomber d’esperienza per cercar di pagare meno lo scotto emozionale di una competizione difficile come la Champions League potrebbero far cambiare idea alla società: Pellisier è il piu gradito ma alternative valide sono Julio Cruz anch’esso parametro zero e Cristiano Lucarelli quest’anno al Parma.

Articolo precedenteLe spagnole fanno shopping a Milano: anche Ibrahimovic con la valigia pronta
Articolo successivoConfederations Cup: Santon l’unico volto nuovo
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO