Il Grifone continua a volare. Grazie ad Olivera espugna il Sant’Elia

0
283

La squadra di Allegri recrimina per la doppia ammonizione a Cossu.

gasperini_genoaNel primo anticipo della 28° giornata al Sant’Elia si affrontavano le due squadra rivelazione del campionato, Genoa e Cagliari giocano un bel calcio fatto di tanta profondità e triangolazioni. Gasperini senza tre pedine importanti come Ferrari, Biava e Thiago Motta appiedati dal giudice sportivo,si affida ai giovanissimi Papastatopulos, Bocchetti e Criscito, Milanetto in mezzo al campo prende il posto del brasiliano. Allegri deve far a meno di Matheu squalificato e gli infortunati Pisano e Parola. L’inizio dell’incontro è di marca genoana che vanno vicino al gol con Mesto e Milito, il Cagliari poi si fa piu intraprendente e va vicinissimo al gol con Lopez che vola in cielo a prender un cross di Fini, ma sfrotunatamente il pallone finisce sul palo. Tre minuti dopo al 39° il mediocre Gervasoni sventola il secondo giallo a Cossu per un fallo veniale ai danni di Milanetto. Nella ripresa il Cagliari sepur in inferiorità numerica cerca di far la partita e il Genoa riparte velocissimo in contropiede, Jankovic e Fini hanno due ottime occasioni per portar le proprie squadre in vantaggio, ma sprecano. Gasperini legge bene la partita e cerca di chiudere i sardi nella propria metà campo, i cambi risulteranno decisivi Olivera entra in campo al posto di Mesto e Palladino piu tardi prenderà il posto di Rossi per un Genoa a trazione anteriore. “Il Pollo” Olivera entra subito in partita e al 20° riesce anche ad andare in rete ma il gol viene ingiustamente annullato per fuorigioco (il 7° gol stagionale annullato ingiustamente). Marchetti deve compiere gli straordinari per mantenere la partita in parità, Jankovic, Sculli sono pericolosissimi. Ma a rischiare è il Genoa, su una ripartenza Rubinho è superlativo su Fini, Milito sul cambio di fronte scheggia la traversa. E’ il preludio al gol: cross dalla destra di Palladino e schiacciata di testa di Olivera. La reazione del Cagliari è immediata ma Rubinho è strepitoso su Lazzari che batte a colpo sicuro. Negli spogliatoi Gasperini è raggiante:”E’ stata una vittoria importante, perché il Cagliari in questo momento è una squadra in ottima salute, forse anche più di noi. Credo sia una vittoria meritata, anche in virtù degli episodi che ci sono stati. Per questo siamo contenti”. Di tutt’altro umore è Allegri:”E’ una sconfitta che ci brucia perchè quando eravamo in parità numerica abbiamo avuto a lungo la partita in mano, senza subire più di tanto. L’espulsione di Cossu ha cambiato gli equilibri in campo, e anche subito dopo il loro gol, siamo andati vicini al pareggio con Lazzari. Mi dispiace per i ragazzi, era una partita importante per noi perchè ci avrebbe permesso di avvicinarci in classifica al Genoa”. Con questa vittoria il Genoa allunga sulla Roma e scavalca la Fiorentina prendendosi almeno fino a domani il 4° posto.
IL TABELLINO
Cagliari (4-3-1-2): Marchetti 6,5, Matheu 6 (44′ st Ragatzu sv), Lopez 6, Canini 6, Agostini 6; Conti 6, Fini 6, Biondini 5,5 (27′ st Lazzari 6); Cossu 6; Acquafresca 6 (22′ st Matri 6), Jeda 6. All. Allegri (A disposizione: Lupatelli, Bianco, Astori, Mancosu)
Genoa (4-3-3): Rubinho 7; Rossi 6 (27′ st Palladino 6), Papastathopoulos 6, Bocchetti 6, Criscito 6; Mesto 6 (17′ st Olivera 7), Milanetto 6, Juric 6; Sculli 6 (32′ st Modesto sv), Milito 6, Jankovic 6. All. Gasperini (A disposizione: Scarpi, Terigi, Parfait, El Shaarawy)
Arbitro: Gervasoni
Marcatori: 40′ st Olivera
Espulso: 39′ pt Cossu (C) per doppia ammonizione
Ammoniti: Milanetto (G), Jankovic (G), Juric (G), Mesto (G)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here