Inter, Gasp dove lo metti Sneijder?

0
503

Il mercato in casa Inter ha avuto una interessante impennata nel finale che ha riscattato l’immobilismo assoluto dei lunghi due mesi di mercato. In molti sono adesso a chiedersi se l’inevitabile addio di Eto’o abbia indebolito o meno l’organico dei nerazzurri? Un pò come avvenne dopo la cessione di Ibra i tifosi sperano di aver trovato in Forlan e Zarate quello che furuno Milito ed Eto’o per Mourinho.

© Giuseppe Cacace/Getty Images
A dire il vero la gestione del mercato sin dalla scelta dell’allenatore ha dato qualche segnale di incertezza, Gasperini è un ottimo allenatore, esperto e preparatissimo sotto il punto di vista tecnico ma è stata la quarta o addirittura la quinta scelta. Il valore di Forlan poi non si discute mentre il capriccioso Zarate dovrà dimostrare l’importante vetrina nerazzurra evitando colpi di testa fuori dal campo e disciplinandosi tra il rettangolo di gioco. Un altro mistero nerazzurro è Wesley Sneijder rimasto a Milano solo per la mancanza di un offerta allettante ma paradossalmente difficilmente gestibile nei dettami tattici di Gasperini. E’ proprio il 3-4-3 dell’ex tecnico del Grifone a far sorgere un nuovo dubbio. E’ l’allenatore che deve adattare il modulo ai giocatori a disposizione o viceversa? L’organico nerazzurro a mio avviso è perfetto per un 4-3-3 o per esser più precisi 4-3-1-2 con Sneijder libero di spaziare e inventare dietro le due punte. Il 3-4-3 gasperiniano vede invece una sola punta centrale e due attaccanti esterni di corsa, bravi nel salatare l’uomo ma anche pronti a ripiegare in aiuto alla difesa. Con questo modulo l’olandese troverebbe collocazione a centrocampo con compiti di regia pura, per internderci alla Pirlo. Gasperini in avvio di preparazione ha infatti optato per questa scelta trovando l’entusiasmo del giocatore al primo impegno ufficiale però Sneijder ha agito addirittura da seconda punta per poi evitare le successive uscite. Il cammino dell’Inter in Italia e in Coppa passerà molto dal grado di coinvolgimento di Sneijder e dalla sua voglia di rimettersi in gioco e forse varrà la definitiva consacrazione di Gasperini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here