Inter: Ibra è un ricordo adesso c’è Milito nel cuore dei tifosi

0
370

diego militoChi è Ibrahimovic? I tifosi nerazzurri questa mattina risponderebbero cosi a chi gli domandasse del fuoriclasse svedese che negli ultimi tre anni ha prima fatto esaltare e poi fatto stancare la platea nerazzurra con i suoi continui mal di pancia. Ma a far dimenticare del tutto le magie di Ibra c’ha pensato il Principe Milito, il suo impatto sull’Inter cosi come sul campionato italiano è devastante, cinico, concreto è il miglior attaccante dal dopoguerra ad oggi (28 gol 35 partite di serie A).

Quattro gol in altrettante partite di serie A, gli assist nel derby a Thiago Motta e Milito ma anche il tantissimo lavoro al servizio della squadra, nessuna parola fuori dal coro è la sintesi di un attaccante che si scopre indispensabile alla soglia dei 30 anni ed è un mistero la sua mancanza dai palcoscenici importanti prima del exploit con il Genoa del presidente Preziosi. Anche i piu scettici si dovranno ricredere, Ibrahimovic forse sarà insostituibile ma l’Inter adesso può contare su due bocche di fuoco che  iniziano ad integrarsi alla perfezione, aiutano la squadra in ogni fase della partita e sopratutto non si ergono a protagonisti valorizzando il lavoro di un ottimo collettivo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here