Inter: Mancini per il dopo Mourinho

0
494

Prende corpo sempre più il cambio in panchina a fine stagione

Quasi un anno fa, nel maggio del 2008, Roberto Mancini e la sua Inter conquistavano, seppur a fatica, lo scudetto a Parma all’ultima giornata di campionato, grazie alla doppietta di Ibrahimovic. Dopo un paio di settimane, il divorzio con Massimo Moratti e l’arrivo di Mourinho sulla panchina nerazzura. Tecnico e presidente si lasciarono male: ai microfoni vennero rilasciate dichiarazioni pesanti e iniziò un lungo braccio di ferro sulla buonuscita di Mancini.
Ora le cose potrebbero cambiare perchè  è circolata la notizia di un suo ritorno sulla panchina dell’Inter al posto del portoghese, che non ha nascosto di non gradire il calcio italiano.
L’ipotesi, tutt’altro che remota, è agevolata dal fatto che Mancini è ancora stipendiato da Moratti e lo sarà fino al 2012 a 6 milioni di euro a stagione.
La volontà del riavvicinamento è più del tecnico che della dirigenza nerazzurra, che pare avallare questa opportunità, considerato che Mourinho sembra avere le valigie pronte a fine stagione, destinazione Premier League.
Stando a quanto riporta oggi la stampa, Liverpool, Manchester City e Chelsea sono in attesa di segnali da parte dello “Special One”, stufo delle troppe pressioni e del clima ostile a cui è sottoposto in Italia.
C’è addirittura chi ipotizza un avvicendamento immediato tra i due tecnici, ma l’ipotesi sembra avere a che fare con il fantamercato. Coincidenza vuole che nella partita contro il Bologna, Mancini e Moratti fossero in tribuna a pochi metri di distanza l’uno dall’altro.
Un’altra alternativa per il dopo Mourinho è l’allenatore della Fiorentina Cesare Prandelli, che è sempre più in rotta con la società e i tifosi viola.
Per saperne di più bisognerà attendere il ritorno degli ottavi di Champions League contro il Manchester United.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here