Lavezzi contro Mazzarri su Twitter: Leon, abbassa la cresta

0
1448
Walter Mazzarri e l'ennesima batosta di una settimana da incubo per il Napoli | ©ROBERTO SALOMONE/AFP/Getty Images

Lavezzi contro Mazzarri, scontro totale. Non bastavano i due punti di penalizzazione e le squalifiche di Paolo Cannavaro e Gianluca Grava. Il Napoli conferma di attraversare un momento no anche sul lato “social”, dopo l’irridente tweet postato nella serata di ieri da Ezequiel Lavezzi, che ha fatto scattare l’ilarità tra gli stessi tifosi del Napoli, quelli ancora compiacenti al Pocho argentino. Un tweet che sicuramente non sarà piaciuto al tecnico Walter Mazzarri, diretto protagonista della velenosa frecciata del suo ex calciatore. Lavezzi, evidentemente rinfrancato dal buon periodo di forma che sta attraversando con i suoi nuovi compagni di squadra (autore di tre gol nelle ultime quattro partite ufficiali del Paris Saint Germain), ha voluto togliersi qualche sassolino dopo il recente passato.

IL GRAN LEON – Una metafora con tanto di shampoo rigenerante e modellante per il povero Mazzarri. Soprannominato ironicamente come gran Leon, il tecnico dei partenopei viene invitato esplicitamente ad abbassare la cresta, con le due immagini dei leoni che descrivono alla perfezione il pensiero di Lavezzi. Before and after, prima e dopo, dallo scudetto all’Europa League nello spazio di poche settimane.

Walter Mazzarri e l'ennesima batosta di una settimana da incubo per il Napoli | ©ROBERTO SALOMONE/AFP/Getty Images
Walter Mazzarri e l’ennesima batosta di una settimana da incubo per il Napoli | ©ROBERTO SALOMONE/AFP/Getty Images

NAPOLI – Ma il tweet non aveva soltanto Mazzarri come referente, ma anche lo stesso Napoli, a testimonianza del rapporto non proprio idilliaco che intercorreva tra calciatore e società durante gli ultimi mesi a Napoli, culminati con la cessione al Psg alla prima occasione. Tante le incomprensioni avute con la dirigenza partenopea, fra cui lo stesso presidente Aurelio De Laurentiis, per poi rompere qualsiasi rapporto con l’allenatore al termine del campionato, in seguito ad alcune esclusioni dall’undici titolare troppo evidenti per non far pensare ad una cessione nei mesi successivi. Puntualmente arrivata, e con essa anche i primi/ultimi famosi sassolini.

Il tweet di Lavezzi contro Mazzarri

Il tweet di Lavezzi contro Mazzarri

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here