Lazio-Chievo 0-1, Paloschi fa piangere Petkovic

0
699
Festa Chievo dopo il gol vittoria di Paloschi all'Olimpico | ©Paolo Bruno/Getty Images

Pesante stop quello di ieri sera della Lazio, con il Chievo che si impone 1-0 all’Olimpico grazie alla rete di Paloschi in avvio di ripresa. Una Lazio quasi mai pericolosa durante il primo tempo, giocato a ritmi bassi, dove i clivensi hanno potuto controllare agevolmente ogni situazione di gioco. Nella ripresa gli ingressi di Mauri prima ed Hernanes poi non sono bastati alla Lazio per agguantare perlomeno il pareggio. Orfani di Klose, i biancocelesti hanno fatto affidamento su Sergio Floccari, che però non è riuscito a ripetere le buone prestazioni offerte di recente. Farà sopratutto discutere l’approccio tattico alla gara di Petkovic, che ha preferito scegliere la carta del turnover schierando dal primo minuto Brocchi e Candreva, apparsi decisamente sottotono.

Occasione persa

Alla luce anche del risultato maturato allo Juventus Stadium, dove i bianconeri hanno impattato contro il Genoa tra le polemiche, quella di ieri sera per la Lazio è un’occasione persa. Dal possibile meno 4 infatti, i biancocelesti ora hanno un distacco di sei punti dalla vetta, con il Napoli impegnato questo pomeriggio a Parma che ha la possibilità di allungare. Dopo il passaggio a vuoto al Barbera della settimana scorsa quindi, la Lazio incappa in un’altra serata no, che a conti fatti potrebbe significare con largo anticipo addio allo scudetto, sogno accarezzato dai tifosi biancocelesti non meno di due settimane fa.

Salvezza più vicina

Festa Chievo dopo il gol vittoria di Paloschi all'Olimpico | ©Paolo Bruno/Getty Images
Festa Chievo dopo il gol vittoria di Paloschi all’Olimpico | ©Paolo Bruno/Getty Images

Dall’altra parte invece ha di che gioire il Chievo, completamente rigenerato dalla cura Corini. I veneti hanno ora 28 punti in classifica dopo 22 giornate, punteggio che fa dormire sogni tranquilli ai supporter dei gialloblu. A meno di un cataclisma sportivo infatti, il Chievo può ragionevolmente credere di essere ormai a buon punto per la conquista del suo personalissimo scudetto, ovvero la permanenza in Serie A. Alla quota fatidica dei 40 punti mancano soltanto dodici punti (4 vittorie), e con a disposizione ancora 16 partite il traguardo sembra davvero alla portata per gli uomini di Corini.

Le pagelle di Lazio-Chievo

Marchetti 6: nel finale evita la beffa del 2-0 parando un tiro velenoso di Seymour. Sul gol di Paloschi invece ha zero colpe.
Candreva 5: forse il peggiore dei suoi. Non ne azzecca davvero una. Forse paga eccessivamente le assenze contemporanee a centrocampo di Mauri ed Hernanes.
Floccari 5,5: la grinta e la buona volontà non bastano per trasformarsi in un bomber. L’ex attaccante di Atalanta e Genoa le prova tutte ma il paragone con Klose è impari.
Paloschi 7: ancora un gol decisivo per l’ex baby prodigio del Milan. Dopo aver trascorsa quasi tutta la prima parte di stagione infortunato, Alberto Paloschi sta regalando punti pesanti al Chievo.
Andreolli 6,5: grande prova difensiva del giovane difensore centrale, spesso e volentieri accostato alle big nostrane nelle ultime sessioni di mercato.
Puggioni 6,5: il Chievo ha agito con abilità anche stavolta. Dopo aver ceduto Sorrentino al Palermo per 4 milioni di euro, i clivensi non hanno voluto reinvestire parte del denaro incassato andando alla ricerca di un nuovo estremo difensore. Il sostituto ce l’aveva già in casa, ed era Christian Puggioni.

Il tabellino

Lazio (4-5-1): Marchetti, Konko, Biava, Dias, Radu (74′ Kozak), Candreva, Gonzales (62′ Hernanes), Ledesma, Brocchi (46′ Mauri), Lulic, Floccari. Allenatore: Petkovic
Chievo (5-3-2): Puggioni, Sardo (75′ Vacek), Dainelli, Andreolli, Cesar, Jokic, Guana (67′ Seymour), L. Rigoni, Cofie, Paloschi (74′ Stoian), Thereau. Allenatore: Corini

Il video

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here