Lazio-Juventus, Conte non ammette distrazioni

0
908
Lazio-Juventus, Conte non ammette distrazioni | © : Valerio Pennicino/ Getty Images

Dopo l’eliminazione dalla Champions League con la sconfitta casalinga contro il Bayern Monaco, la Juventus è chiamata a rituffarsi nella sua dimensione maggiormente congeniale, ossia il campionato, ed è attesa da una sfida impegnativa quanto stimolante contro la Lazio di Vladimir Petkovic. Lazio-Juventus all’Olimpico di Roma chiuderà, così, questa sera la 32.ma giornata di serie A, e potrà fornire importanti indicazioni in ottica classifica, anche in virtù del pareggio di ieri tra Milan e Napoli, le due più dirette “inseguitrici” dei bianconeri di mister Conte, rimaste ancor di più a debita distanza dalla vetta. Tuttavia, alla vigilia di Lazio-Juventus mister Conte predica attenzione e concentrazione anche perchè il suo principale timore è il calo di tensione connesso all’uscita dalla Champions ed al finale di campionato che si avvicina sempre di più con il consistente vantaggio in termini di punti. Uno scenario che lui stesso visse in prima persona da calciatore, nel lontano 2000, quando nell’acquitrino di Perugia la sua Juventus allenata da Carlo Ancelotti riuscì nell’impresa (negativa, ovviamente) di farsi rimontare nove punti di vantaggio dalla Lazio che, poi, vinse il secondo scudetto della sua storia.

Lazio-Juventus, Conte non ammette distrazioni | © : Valerio Pennicino/ Getty Images
Lazio-Juventus, Conte non ammette distrazioni | © : Valerio Pennicino/
Getty Images

Pertanto, la parola d’ordine è concentrazione in casa Juventus, ed il condottiero Conte non ammette alcuna distrazione: “perchè solo chi vince può scrivere la storia, mentre agli altri resta solo da leggere e fare chiacchiere”, focalizzando l’attenzione sul futuro, ossia sui prossimi match contro Lazio, Milan e Torino, un trittico sicuramente ostico. La sua Juventus, però, non ha perso le certezze, nè tantomeno gli obiettivi stagionali che – come spesso ripetuto – erano il tentativo di ripetere il successo in campionato e di qualificarsi in Champions e che, pertanto, hanno una buona probabilità di realizzazione. La Juventus, dunque, non è stata dimensionata dall’eliminazione europea ma deve fare tesoro dell’esperienza accumulata per “provare a migliorarsi in futuro e per crescere alla grande”.

Il banco di prova di questa sera assume i connotati della Lazio di Petkovic che la Juventus di Conte non ha mai battuto e dalla quale è stata eliminata dalla Coppa Italia di quest’anno e, pertanto, Conte si augura possa esserci “una prima volta” facendo affidamento sui rientri di uomini importanti come Lichtsteiner e Vidal – squalificati in Champions – e dando spazio a Pogba, oltre che a Peluso per sostituire l’acciaccato Chiellini, e con la riproposizione di Marchisio tra le linee e Vucinic punta unica, nel modulo 3-5-1-1 già visto nella gara di Coppa Italia e, in tal senso, è lo stesso Conte a dare – insolitamente – qualche indicazione: “Dite che i miei centrocampisti sono stanchi? Magari domani li faccio giocare tutti e quattro, tolgo una punta e facciamo una grandissima partita”.

Per il mister biancoceleste Vladimir Petkovic la Juventus “non è imbattibile” e, a suo avviso, il fattore campo e il tifo del pubblico potranno fornire un importante contributo ai suoi uomini, se non altro per tentare di compensare in questo modo i problemi di formazione molto importanti, che riguardano soprattutto il reparto arretrato, con una serie di squalifiche e infortuni in difesa. Mancheranno, infatti, Lulic, Radu e Biava oltre agli infortunati Konko ed Andre Dias, ma anche Stefano Mauri non sembra essere nelle migliori condizioni di forma, anche se sarà comunque del match pur non avendo autonomia sufficiente per disputare novanta minuti, mentre in avanti vi sarà Miroslav Klose che, secondo Petkovic, “sta bene ma deve motivarsi e dimostrare di poter fare la differenza”.

Lazio-Juventus, le formazioni:

Lazio (4-1-4-1): Marchetti, Gonzalez, Ciani, Cana, Stankevicius; Ledesma, Candreva, Onazi, Hernanes; Mauri; Klose. A disposizione: Bizzarri, Strakosha, Crecco, Cataldi, Ederson, Kozak, Floccari, Saha. Allenatore: Petkovic

Juventus (3-5-1-1): Buffon; Barzagli, Bonucci, Peluso; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Marchisio; Vucinic. A disposizione: Storari, Rubinho, Caceres, Marrone, Padoin, Isla, Giaccherini, De Ceglie, Quagliarella, Matri.

Allo Stadio Olimpico di Roma, Lazio-Juventus sarà arbitrata il signor Giannoccaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here