Le interviste di Lazio – Roma 1-2

0
416

Le interviste ai protagonisti del derby della capitale tra Lazio e Roma terminato con la vittoria dei giallorossi per 2-1

Ranieri: “Sentivamo molto la partita, il derby è il derby e certamente nel secondo tempo siamo andati meglio. Non c’è dubbio che il rigore sbagliato dalla Lazio sia stata la svolta. Le sostituzioni di Totti e De Rossi? Sentono troppo il derby, non giocano come sanno quando affrontano la Lazio ed erano troppo nervosi. Per questo li ho tolti. Volevamo vincere, e il rigore parato ci ha dato la forza per reagire ad una situazione difficile. Nel primo tempo non ripartivamo mai, non eravamo in partiti. Siamo lassù, i ragazzi non sono abituati, ci dobbiamo divertire e alla fine vedremo dove saremo. Io di decisioni nella mia carriera ne ho prese tantissime, ora si parlerà solo di De Rossi e Totti ma per esempio a Valencia ho tolto Romario. Io ragiono sempre e solo al bene della squadra”.

Vucinic: “Vincere un derby è bellissimo, e non importa chi va in gol, certo però che segnare una doppietta decisiva è una cosa da pazzi. C’è andata bene, se Floccari avesse segnato il 2-0 non so come sarebbe finita. Era importantissimo vincere, perchè l’Inter c’aveva messo pressione e noi rispetto a loro non siamo abituati a stare lassù”.

Reja: “Le partite son fatte di episodi, avevamo la partita in pugno e meritavamo di portare a casa i tre punti. Purtroppo oggi c’è andata male. Mi dispiace per quello che è successo alla fine, perchè Totti è un giocatore importante e deve evitare certi gesti. Merita dieci giornate di squalifica. Ditemi voi se fare quelle cose è da sportivo. I miei giocatori hanno reagito, sbagliando, per quello e adesso pagheremo probabilmente con delle squalifiche. Mi auguro di no ma qualcosa è sul campo è successo”.

Tare: “Il gesto di Totti è indecente, non merita rispetto una persona che si comporta così dopo aver vinto un derby. C’è grande amarezza perchè meritavamo di più e gli episodi ci hanno penalizzato tantissimo. L’importante comunque è rimanere sereni e fare i punti che ci mancano alla salvezza. Abbiamo dimostrato che la Lazio è viva”.

Articolo precedenteChe coraggio Ranieri! Doppio Vucinic: derby e sorpasso
Articolo successivoSerie A 34 Giornata: la classifica marcatori. Di Natale allunga, Miccoli sul podio

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO