Le interviste di Milan-Fiorentina

0
237

Ronaldinho: “E’ una vittoria importantissima in un momento difficile per noi. E’ il successo più importante della stagione, perchè ci permette di qualificarci per la Champions League e di guardare con grande entusiasmo alla prossima stagione. Sono felice di fare bene per me e per la squadra, poi se Dunga mi porterà al Mondiale meglio. Il futuro di Leonardo? Non ci pensiamo, davvero, la testa è solo su queste ultime due partite, anche se ovviamente Leo è un grande amico per me”

Montolivo: “L’eliminazione dalla Champions è stata una botta psicologica incredibile. Probabilmente la voglia di portare avanti tre impegni c’ha messo un po’ in difficoltà. Per la prossima stagione ripartiremo da questo gruppo, da questo allenatore e da questa società che è ben presente. Le basi per fare bene ci sono e quindi i tifosi possono stare tranquilli. Il Bayern contro l’Inter? I tedeschi sono una squadra tostam con due fuoriclasse. Per fortuna dei nerazzurri Ribery non ci sarà ma Robben è impressionante”

Leonardo:
“E’ stata una partita molto sofferta, vincere stasera non era per niente semplice. Giocavamo contro una squadra tosta, con grande talento, per certi versi simile a noi e quindi era difficile. Sul piano dell’impegno, della voglia, della determinazione ho visto un grande Milan. Ripeto, è un successo molto importante e molto bello per come è arrivato. Sentivamo moltissimo questa gara perchè le due sconfitte di fila avevano messo in discussione il terzo posto. Con il dottor Galliani c’è un rapporto lungo e bellissimo. Mancano ancora due partite e dobbiamo raggiungere matematicamente il nostro obiettivo. Vorrei parlare solo della partita, il resto adesso non m’interessa, anche per rispetto di quanto abbiamo fatto durante tutto l’anno. Se farò l’allenatore anche in futuro? E’ una bella domanda, ma adesso voglio veramente portare a termine questo lavoro poi chissà”

Prandelli: “Siamo partiti bene, cercando i giocatori tra le linee e c’è mancato lo spunto decisivo. C’abbiamo provato fino alla fine, ma non siamo riusciti a raddrizzare una partita che non meritavamo di perdere. Il rigore? E’ un’entrata scomposta, ma Kroldrup ha preso la palla. Diciamo che nel dubbio quest’anno non siamo fortunati. Le parole di Della Valle? In cinque anni abbiamo sempre dimostrato grande attaccamento alla maglia, può capitare un momento di confusione o di difficoltà. Anche il battibecco con Gilardino ci sta, ma è tutto chiuso e da adesso si riparte con grande convinzione per l’anno prossimo. Siamo convinti di poter diventare ancora più forte. Il Presidente ci tiene ad essere presente e determinato e per noi è un punto di riferimento. Manchiamo di freschezza e di determinazione, e in questo momento facciamo fatica ad attaccare le difese avversarie. Lo facevamo bene ad inizio anno mentre ora troviamo difficoltà”

CONDIVIDI
Articolo precedenteLe pagelle di Milan – Fiorentina 1-0. Dinho sugli scudi
Articolo successivoLe pagelle di Parma – Roma 1-2
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here