Le interviste di Roma – Atalanta 1-0

0
374

Claudio Ranieri è soddisfatto dopo la vittoria della sua Roma che ha dato ai giallorossi il primato solitario in classifica:

Non ci siamo mai nascosti dalla responsabilità di “inseguitori”, dicevamo semplicemente che era solo l’Inter a poter perdere questo scudetto; ora saremo noi la “lepre” da rincorrere, autenticamente padroni del nostro destino. Nel derby non conta la classifica, non conta lo stato di forma, ma è una partita a sé stante; dunque sarà un grandissimo crocevia per determinare il finale di stagione“.

Sollecitato sul rifiuto da parte di Totti di uscire dal campo:

Francesco mi ha semplicemente dato un’indicazione, non potete porre la questione come se giocatori e allenatori fossero nemici…il capitano mi ha suggerito di togliere Menez per il fatto che era già stato ammonito e avrebbe rischiato l’espulsione da lì alla fine, io ho valutato tutto questo e ho deciso di dare ascolto alla sua opinione“.

Anche Vucinic dice la sua:

Il primo posto? Una cosa molto bella speriamo che continui a durare. Il nostro punto di forza? Il sacrificio. Il nostro gruppo nonostante i momenti difficile è rimasto sempre unito. Pressione c’è sempre però quando vinci due a zero c’è sempre un po’ di calo di concentrazione. Ogni partita è difficile sappiamo quanto è importante il derby a Roma, speriamo di vincerlo. Favoriti? Siamo primi, quando è stata prima l’Inter la favorita era l’Inter

Riise, sempre uno dei migliori in campo:

E’ stata una gara molto difficile. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, meno nel secondo ma l’importante è che ora siamo primi. Mancano cinque giornate e ora dipende solo da noi, se le vinciamo tutte vinceremo sicuramente lo scudetto ma non sarà facile, a cominciare dal derby“.

Bortolo Mutti crede ancora nella salvezza:

Avremmo meritato un risultato diverso, per quello che abbiamo creato. La nostra è stata una buona partita, nonostante la pressione dell’ambiente e una grande Roma, che merita questa posizione in classifica. L’errore di Consigli sull’1-0? Sono cose che capitano, ma anche sul 2-0 Manfredini era in difficoltà fisica. Questi episodi ci hanno penalizzato. Abbiamo fatto bene, nonostante la pressione, l’ambiente e una grande Roma. C’è un pò di rabbia da parte nostra per alcuni falli non fischiati, ma sono cose che ci stanno. La Roma è partita più forte di noi, ha speso qualcosa in più nel primo tempo. Ma penso che sia anche merito nostro aver messo soggezione alla Roma. Nel finale hanno provato a gestire la partita, ma ho visto una Roma tosta, una squadra ben organizzata“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here