LeBron James, addio Cleveland. I Miami Heat abbracciano il “Fenomeno”

L’avventura di LeBron James ai Cleveland Cavaliers è giunta al termine.
Nell’attesa conferenza stampa, trasmessa in diretta nazionale su ESPN, il “Fenomeno” del basket NBA ha annunciato che giocherà per i Miami Heat le prossime stagioni agonistiche.

La decisione è giunta dopo un periodo molto difficile di riflessione, in cui James ha dovuto scegliere tra franchigie molto prestigiose come i Chicago Bulls e i New York Knicks, oltre al fatto di doversi distaccare dalla squadra per cui ha giocato in questi anni e che lo ha visto crescere come atleta e come uomo, ovvero i Cleveland Cavaliers. Cleveland tra l’altro è ad una manciata di chilometri da Akron, la cittadina che ha dato i natali a James, ma la voglia di vincere ha prevalso su tutto, visto che Miami, ieri, aveva annunciato il rinnovo della sua stella Dwyane Wade e l’acquisizione di un’altra superstar come Chris Bosh dai Toronto Raptors.

L’unione di questi 3 giocatori in un’unica squadra permette ai tifosi degli Heat di sognare, visto che molto probabilmente a Miami ci sarà l’inizio di una dinastia. Miami ora è la favorita numero 1 per vincere i prossimi titoli della NBA, un roster come quello degli Heat è inarrivabile da parte di qualsiasi altra franchigia nella Lega. James, Wade e Bosh, tutti scelti nel Draft d’oro del 2003 (rispettivamente come numero 1, numero 5 e numero 4 assoluti) sono 3 autentici fenomeni e rendono i Miami Heat super competitivi sin da subito!

Tripudio nella cittadina della Florida, con scene di entusiasmo al limite del reale, sconforto dall’altro capo degli States, dove la decisione di James ha gettato un intero Stato, l’Ohio, nella delusione più totale.
Nelle prossime ore sapremo anche i termini dell’accordo che legherà James agli Heat, sia per quanto riguarda la durata del contratto che per quanto concerne il lato economico. Quel che è certo è che Miami non si fermerà qui ma sarà pronta all’acquisizione di altri giocatori di talento per completare il roster in modo definitivo.

Con dispiacere si chiude l’avventura in maglia orogranata di uno dei giocatori più forti della Lega, l’abitudine toglierà sicuramente quel velo di nostalgia nel vederlo con una canotta diversa da quella dei Cavs, il numero 23 resterà nella storia di Cleveland visto anche che LeBron dal prossimo anno indosserà con ogni probabilità il numero 6. Ma nella mente il ricordo della crescita tecnica in maglia Cavaliers non scomparirà mai, le nuove pagine della sua carriera avranno però un altro colore, un’altra maglia e una nuova realtà, che non lascia spazio ai sentimentalismi più stretti di chi ancora vorrebbe credere all “favole”!

Buona fortuna LeBron, e speriamo tutti quanti che la tua scelta possa essere quella giusta per raggiungere nell’Olimpo del basket chi ha scritto la storia di questo sport!