Lega Pro Prima Divisione: Cosenza, 13′ di follia. Il Ravvena vince 3-1

0
317

Stefano Fiore

Non c’è altra spiegazione, l’Emilia Romagna è stregata: il Cosenza, dopo aver rimediato una figuraccia a Reggio Emilia contro la Reggiana (5-1) e aver perso a Rimini 2-0 ma con l’attenuante uomo in meno per 85′, perdono ancora in Romagna contro il Ravenna 3-1. In quattro partite giocate nella regione famosa per la piadina, i Lupi rossoblu hanno portato a casa solo un punto frutto del pareggio per 1-1 alla prima giornata di campionato a Ferrara contro la Spal.

La chiave della partita è tutta tra il quarto d’ora e il 35′ del primo tempo: Biancolino sbaglia il rigore che poteva portare in vantaggio i silani e nell’azione successiva il Ravenna passa con Piovaccari; al 27′ Danti coglie il palo con la sfera che attraversa tutta la linea di porta per poi uscire dallo specchio e un minuto più tardi i padroni di casa raddoppiano con Gerbino Poli. Il gol taglia le gambe ai Lupi che 5 minuti più tardi subiscono il terzo gol ancora con Piovaccari.
In apertura di ripresa al 51′ accorcia le distanze Biancolino con una magnifica sforbiciata regalando un barlume di speranza ai rossoblu ma alla fine il risultato resta inchiodato sul 3-1.

Il risultato finale non deve ingannare perchè, a parte la follia di quei minuti, il Cosenza costruisce tante occasioni da gol ma continua a sprecarne troppo sotto porta; bisogna lavorare in questo senso oltre che trovare un giusto equilibrio difensivo quando si gioca in trasferta e, perchè no, avere un pizzico di fortuna in più che non guasta mai.
Domenica prossima al San Vito arriva il Portogruaro: vincere per rimanere agganciate alle prime della classe.

Il tabellino
RAVENNA – COSENZA 3-1

21′ Piovaccari (R), 30′ Gerbino Poli (R), 35′ Piovaccari (R), 51′ Biancolino (C)
RAVENNA (4-4-2): Anania; Ferrario, Fasano, Anzalone, Sabato; Rossetti, Giordano (48′ Riberto), Sciaccaluga, Packer (84′ Squillace); Gerbino Poli, Piovaccari (90′ Scappini).
A disposizione: Rossi, Squillace, Farabegoli, Toledo, Mugione, Scappini.
Allenatore: Esposito.
COSENZA (3-4-3): Pinzan; Musca (78′ Ceccarelli), Porchia, Chianello (46′ Ungaro); Bernardi, Roselli, Fiore, Maggiolini; Caccavallo (54′ De Pascalis), Biancolino, Danti.
A disposizione: Ameltonis, Giardina, La Canna, Scotto.
Allenatore: Toscano
Arbitro: Barbeno
Ammoniti: Bernardi (C), Sabato (R), Giordano (R), Sciaccaluga (R)
Note: presenti circa 4000 spettatori di cui 300 di Cosenza. Al 15′ Biancolino sbaglia un rigore.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here