Lega Pro Prima Divisione: Cosenza – Pescara: I numeri dei Lupi

0
538

CosenzaDomenica al San Vito è in programma Cosenza – Pescara, il big match della 12 giornata del girone B di Prima Divisione.
Le due squadre tornano ad affontarsi dopo 9 anni: l’ultima sfida infatti risale al campionato di Serie B stagione 2000/2001: la gara d’andata al San Vito finì 1-0 per i Lupi padroni di casa con il gol di Gianluca Savoldi, quella di ritorno all’Adriatico terminò in pareggio con il risultato di 0-0.
Tra le due tifoserie non corre buon sangue e per questo si corre il rischio che il Casms (Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive) nei prossimi giorni vieti la trasferta ai supporters del Pescara nonostante lo stadio San Vito sia uno degli impianti più funzionali del Sud Italia e osservi in pieno le nuove norme antiviolenza imposte dallo Stato.

Il Cosenza in classifica occupa attualmente il sesto posto in classifica frutto dei 15 punti conquistati in 11 gare disputate. I rossoblu guidati da mister Mimmo Toscano hanno all’attivo 14 gol realizzati e 11 subiti.
In casa i Lupi non hanno ancora perso ma è anche vero che delle 3 vittorie stagionali solo una è arrivata tra le mura amiche (4-0 al Foggia). Inoltre c’è da dire che al San Vito solo Simone Piva (Pescina) e Gaetano Manco (Marcianise) hanno violato la porta di Andrea Pinzan.

Il miglior marcatore della squadra è Raffaele Biancolino con 4 reti seguito a quota 3 dal baby Luigi Scotto. Un dato da non tralasciare è che il Cosenza ha segnato il doppio delle reti fuori casa: 9 contro le 6 marcature in casa e tra quest’ultime 4 sono arrivate in un solo partita, quella contro il Foggia, segno che quando i Lupi giocano nella propria “tana” trovano non poche difficoltà a scardinare le difese avversarie che si chiudono a “riccio” mentre riescono a trovare la via del gol quando l’avversario di fronte è di pari livello.

Curiosità: il Cosenza nelle 11 partite disputate in campionato, al momento, delle squadre di testa, ha incontrato solo il Verona mentre tutte le altre gare sono state giocate contro le “ultime” della graduatoria.
In virtù delle statistiche riportate sopra dovrebbe essere un dato positivo ma nel calcio non vi è nulla di scontato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here