Lega Pro: stangata per il Cosenza e per l’Alghero

1
339

Prima Divisione:
Giocatori:

  • Cinque Gare: Musca (Cosenza)
    “perchè in azione di gioco nel contendere il pallone ad un avversario lo colpiva con una violenta gomitata al volto; quest’ultimo era costretto ad abbandonare il terreno di gioco per essere trasportato in ospedale ove veniva allo stesso riscontrata la frattura dello zigomo sinistro”
  • Due gare: Marsili (Cosenza). Bianchi (Cremonese), Gheller (Novara)
  • Una gara: Fumagalli, Manco e Murolo (Marcianise), Bacis e Panini (Paganese), Maggioni (Como), Zini (Reggiana) e Lisuzzo (Novara)

Allenatori:

  • Due turni: Mimmo Toscano, tecnico del Cosenza, “perchè al termine della gara rientrando negli spogliatoi avvicinava l’arbitro con fare minaccioso rivolgendogli una frase offensiva”

Ammende alle società:

  • € 5.000,00 Pro Patria
  • € 3.000,00 Cosenza
  • € 3.000,00 Paganese
  • € 1.500,00 Como
  • € 300,00 Ternana


Seconda Divisione:
Giocatori:

  • Tre turni: Caputo (Catanzaro) e Franzese (Celano)
  • Due turni: Ferretti (Carrarese) e Marconi (Gubbio)
  • Un turno: Savini (Fano), Martina (Bassano V.), Geraldi (gela), Salvi e De Agostini (Prato), Ciminari (Aversa), Taurino (Brindisi), Fantin (Sacilese), Bombagi (Villacidrese), Berger (Canavese), Sella (Feralpisalò), Briganti (Gubbio), Pisciotta (Igea Virtus), Raffaello (Isola Liri), Capellupo (Legnano), Coletto (PB Vercelli), Pietrobattista (Colligiana), De Stefano (Valenzana) e Conti (Vibonese)

Allenatori:

  • Tre turni: Ninni Corda (Alghero), “perchè al termine della gara si posizionava all’ingresso degli spogliatoi in attesa del rientro della squadra avversaria; al rientro della stessa rivolgeva all’allenatore ed ai tesserati reiterate frasi minacciose ed offensive e successivamente aggrediva l’allenatore ed il dirigente accompagnatore del Legnano, facendolo quasi cadere a terra, e provocando una rissa che veniva prontamente sedata, che comunque causava danno fisico ad un calciatore del Legnano che poteva essere soccorso nello spogliatoio della terna arbitrale”
  • Due turni: Giovanni Scanu (all. in seconda Alghero
  • Un turno: Gian Cesare Discepoli (ex PB Vercelli).

Ammende alle società:

  • 5000 euro (Alghero): “perchè al termine della gara persona non identificata ma riconducibile alla società rivolgeva una frase offensiva verso un assistente arbitrale che rientrava negli spogliatoi; perchè un proprio calciatore non identificato perchè spogliatosi della divisa di gioco nell’area antistante gli spogliatoi, al termine della gara, lanciava una bottiglia d’acqua semipiena all’indirizzo di un calciatore della squadra avversaria, senza colpirlo ma sfiorando un assistente arbitrale che rientrava negli spogliatoi; perchè propri tesserati, al termine della gara, nell’area antistante gli spogliatoi dapprima aggredivano volontariamente i tesserati della squadra avversaria e successivamente provocavano una rissa con gli stessi, prontamente sedata”
  • 3500 euro Isola Liri
  • 2000 euro Prato
  • 1500 euro Catanzaro
  • 500 euro Bassano V., Igea V. e Noicattaro
  • 200 euro Monopoli

1 COMMENTO

  1. Lega Pro: stangata per il Cosenza e per l’Alghero…

    Cinque Gare: Musca (Cosenza)
    perch in azione di gioco nel contendere il pallone ad un avversario lo colpiva con una violenta gomitata al volto; questultimo era costretto ad abbandonare il terreno di gioco per essere trasportato in ospedale ove veniva …

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here