Mandorlini si difende ma rischia 2 mesi di squalifica

2
365

Come era preventivabile il coro ideato da Mandorlini e canticchiato da tutta la curva veronese durante la presentazione dell’Hellas è diventato un caso nazionale, da Salerno ma un pò da tutta Italia si è alzato il vento della protesta mentre la società e il diretto interessato tendono a sminuire classificando come goliardico “Il ti amo terrone”.

“E’ stato un atteggiamento meramente goliardico, – dice Mandorlini – senza nessun riferimento razzista o volontà di offendere, tanto che sono stati coinvolti anche Gennaro Esposito e Domenico Maietta. Nessun razzismo, anzi, quando i tifosi hanno intonato cori offensivi nei confronti dei nostri avversari li ho zittiti”

Goliardico o razzista il trainer veronese poteva sicuramente evitare e doveva invece intervenire la società e il sindaco Tosi piuttosto che mostrare un compiaciuto sorriso.

Mandorlini è stato intanto deferito dalla procura federale e enelle prossime ore sarà ascoltato e secondo il Codice di Giustizia sportiva se la sua condotta verrà considerata oltraggiosa e offensiva oltre che discriminatoria avrà una multa dai 15 ai 30 mila euro e almeno due mesi di squalifica. Intanto la società preannuncia un comunicato ufficiale a difesa del tecnico.

GUARDA IL VIDEO

2 COMMENTI

  1. FATE RIDERE, SCRIVETE SENZA SAPERE!!!!! INTANTO LA CANZONE NON L’HA IDEATA MANDORLINI MA UN GRUPPO EMILIANO CHIAMATO SKIATOS O SKIANTOS

  2. Filippo infatti nessuno ha parlato di canzone ma di di coro… c’è una piccola differenza… la canzone è degli Skiantos ed è “italiano terrone che amo”

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here