Milan-Inter: il derby degli ex, da Ronaldo a Balotelli

0
847
Mario Balotelli al suo primo derby Milan-Inter da ex | ©Marco Luzzani/Getty Images

Milan-Inter,  il derby della Madunnina per intenderci, rappresenta la sfida tra compagini cugine che mette in campo il maggior blasone almeno per quanto riguarda il campionato italiano. Scudetti, coppe di vario prestigio, tornei riempiono le bacheche dei due club, mentre grandi campioni ne hanno scritto in maniera entusiasta la storia. Tra rossoneri e nerazzurri diversi tra i grandissimi del calcio italiano e mondiale hanno indossato la maglia di una squadra milanese. In tanti viceversa di questi campioni hanno giocato sia sull’una che sull’altra sponda del naviglio. E gente neanche di non poco conto se si considerano i nomi di Serena, Collovati, Seedorf, Pirlo, Vieri, Ibrahimovic, Ronaldo e Balotelli e persino il Meazza, icona della storia interista, ebbe poi modo di giocare anche con il Milan.

Ad alcuni di loro non è stato riservato alcun rancore, anzi a molti è parsa quasi una consuetudine. Per altri invece la rabbia nei confronti dell’ex è sconfinato in diverse circostanze in un odio vero e proprio, così come accadde per Christian Vieri ed ancora di più per il brasiliano Nazario da Lima Ronaldo. Il Fenomeno, soprattutto dopo il suo gravissimo infortunio, fu coccolato ed accudito dai dirigenti e dal popolo nerazzurro, per poi tradire clamorosamente ed andarsene con i rossoneri.

Mario Balotelli al suo primo derby Milan-Inter da ex | ©Marco Luzzani/Getty Images
Mario Balotelli al suo primo derby Milan-Inter da ex | ©Marco Luzzani/Getty Images

Nella vasta antologia degli ex del derby meneghino, comunque, hanno sempre destato maggior notizia e scalpore quelli che se andavano dall’Inter al Milan, quasi a dissacrarne il valore della maglia e la fedeltà alla causa. Un tradimento irriverente ed inspiegabile che ha rammaricato presidenti e tifosi. Nel derby di domenica sera i riflettori saranno puntati soprattutto su SuperMario Balotelli, che si era rivelato nell’Inter e quindi si è rilanciato nel Milan senza risparmiare accuse e rancori, dopo la sua esperienza travagliata al Manchester City di Roberto Mancini. L’attesa per il prossimo derby milanese collega inevitabilmente le analogie tra Ronaldo e Balotelli.

L’11 marzo del 2007 a San Siro si giocò un derby nelle medesime condizioni emotive ed ambientali. E Ronaldo sbloccò gli equilibri di quella contesa con un sinistro carico di veleno dell’ex, che portò in vantaggio il Milan e che fece schiumare di rabbia i sostenitori nerazzurri. Poi El jardinero Cruz ed il solito Ibra capovolsero il risultato in un 2-1 in favore dell’Inter che si confermava a vertici della graduatoria per vincere un nuovo Scudetto.
Ancora una volta il derby milanese riserverà al grande pubblico l’immensità delle sue emozioni, senza risparmiare il veleno mai saturo degli ex di turno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here