Milan-Siena a San Siro per dire no al razzismo

0
661
Kevin Prince Boateng durante l'amichevole | ©ALBERTO LINGRIA/AFP/Getty Images

Torna in campo la Serie A con la 19 giornata. Grande curiosità intorno al Milan di Massimiliano Allegri, che a San Siro ospita alle 15 il Siena ultimo in classifica. E’ ancora recente l’addio di Alexandre Pato ai colori rossoneri, il cui saluto commosso ha colpito più di uno a Milanello. Tra i convocati non figura nemmeno l’altro brasiliano Robinho, giudicato non ancora pronto dal tecnico livornese sul piano fisico, preferendogli il baby Niang. Dei 21 ragazzi a disposizione del mister, compare anche il nome della giovane promessa Cristante, che insieme a Strasser si gioca un posto in panchina, nonostante la presenza di nomi altisonanti quali Muntari, Emanuelson e Flamini, tutti e tre fuori dall’undici titolare. I guai del Milan però sono da ricercarsi nel concreto in difesa, dove mancheranno Mexes (squalificato) e gli infortunati Bonera, Zapata e Yepes. Con ogni probabilità Allegri opterà per un trasferimento di De Sciglio al centro insieme ad Acerbi, riconsegnando la maglia da titolare ad Abate (di ieri la notizia di un’offerta da 10 milioni di euro giunta dai russi dello Zenit di San Pietroburgo) sulla corsia di destra, mentre dall’altra parte compare sempre l’ex Chievo Constant, preferito ad Antonini.

Kevin Prince Boateng durante l'amichevole | ©ALBERTO LINGRIA/AFP/Getty Images
Kevin Prince Boateng durante l’amichevole | ©ALBERTO LINGRIA/AFP/Getty Images

MILAN – A centrocampo fiducia ai tre giocatori che più offrono garanzie in questo momento, ovvero capitan Ambrosini, Montolivo e Nocerino. In attacco parte titolare Kevin Prince Boateng, dopo il controverso episodio nell’amichevole contro la Pro Patria, interrotta a metà primo tempo per i cori razzisti rivolti al numero 10 rossonero (senza dimenticare anche Muntari e Niang). Il tridente d’attacco si completa con Giampaolo Pazzini e il bomber Stephan El Shaarawy, che brama di iniziare da subito il nuovo anno così come aveva concluso il 2012. In panchina, pronti a dare una mano qualora ce ne fosse bisogno durante la ripresa, lo spagnolo Bojan e l’ex Caen Niang.

CLASSIFICA – In classifica il Milan occupa la settima posizione, a cinque punti di distanza sulla sesta, la Roma. Sono invece otto le lunghezze che separano i rossoneri dal terzo posto, ultima piazza utile per raggiungere la qualificazione ai preliminari di Champions League. Il ruolino di marcia casalingo del Milan è di cinque vittorie e quattro sconfitte, con 14 gol segnati e 8 subiti. Nelle ultime sette partite di Serie A, il Diavolo ha conquistato quattro vittorie, un pareggio e due sconfitte, l’ultima contro la Roma a fine anno.

SIENA – Dall’altra parte c’è il Siena, reduce da cinque sconfitte consecutive e attualmente ultimo nella generale a quota 11 punti, a cinque lunghezze dalla zona salvezza momentaneamente rappresentata dal Cagliari a 16 punti, sconfitto ieri sera tra le polemiche all’Olimpico contro la Lazio. I toscani giocheranno col 3-5-2. In porta Pegolo, difesa a tre composta da Neto, Paci e Felipe. A centrocampo D’agostino insieme a Bolzoni e Vergassola, esterni Angelo e Del Grosso. In attacco invece Rosina e Bogdani.

PRECEDENTI – Gli ultimi precedenti sono tutti a favore del Milan, che nelle ultime 10 partite contro il Siena, ha battuto i toscani 8 volte, pareggiando soltanto in due occasioni. Dal 2008 ad oggi i rossoneri hanno sempre sconfitto il Siena, segnando 20 gol e subendone soltanto quattro in sei partite.

Probabili formazioni Milan-Siena (06-01-2013)
Milan (4-3-3): Amelia, Abate, De Sciglio, Acerbi, Constant, Ambrosini, Montolivo, Nocerino, Boateng, Pazzini, El Shaarawy. Allenatore: Allegri
Siena (3-5-2): Pegolo, Neto, Paci, Felipe, D’agostino, Vergassola, Bolzoni, Angelo, Del Grosso, Rosina, Bogdani. Allenatore: Iachini

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here