Mourinho lascerà il Real, Moratti è pronto a farlo tornare all’Inter?

1
1495
Josè Mourinho © CHRISTOPHE SIMON AFP

Che Stramaccioni non rimarrà a lungo sulla panchina nerazzurra è una scommessa troppo facile da vincere. Ma su chi sarà il suo prossimo sostituto c’è molto da indovinare. Si è parlato di Diego Simenone, ex idolo della curva, calciatore con un passato a tinte interiste e biancocelesti, con la grinta e il giusto carisma per guidare la banda argentina sin troppo irrequieta nello spogliatoio dei clan (cit. Ibra.). Poi è venuto fuori il nome dell’attuale tecnico del Napoli Walter Mazzarri, in continua polemica con tutto l’ambiente partenopeo, nonostante gli ottimi risultati avuti in questi ultimi anni, agli azzurri è mancato quel salto di qualità per diventare una squadra in grado di vincere qualcosa di importante. Il valzer delle panchine o il fantallenatori è partito prima del mercato estivo con i classici nomi già sulla bocca di tutti gli esperti di calciomercato. E se niente niente, l’amarcord italico riportasse il Vate di Setubal, l’uomo della provvidenza, lo Special One e chi più ne ha ne metta, sulla panchina dell’Inter?

Josè Mourinho ©  CHRISTOPHE SIMON AFP
Josè Mourinho © CHRISTOPHE SIMON
AFP
Sognare non è vietato, ma parlare di un ritorno di Josè Mourinho in quel di Appiano Gentile, più che di favoletta sa di pura fantascienza. Ragionando sull’attuale situazione del portoghese, è utile comunque lasciare qualche spiraglio di speranza ai tifosi nerazzurri. In primis perché l’addio del tecnico blancos dal Real Madrid è cosa ormai certa, con i quotidiani spagnoli che parlano di una decisione già presa dallo stesso Florentino Perez, (che avrebbe deciso di liquidarlo con un assegno di 10 milioni di euro come buonuscita)stanco di vedere il suo Real Madrid terzo in campionato e a meno 16 punti dal Barcellona. I rapporti pessimi con tutto lo spogliatoio avallerebbero le scelte del presidente Perez, considerando come il caso Casillas sia stato gestito malissimo da tutto l’ambiente blancos.

A prendere il posto di Josè, sarebbe prontissimo Carlo Ancelotti, attuale tecnico del Psg, che scambierebbe volentieri la sua poltrona con il suo nemico di derby milanesi Mou, per accomodarsi al Santiago Bernabeu. Lo special one in questo modo potrebbe ritrovare in quel di Parigi un campione come Ibra, affiancato da altri giocatori di levatura altissima, e perché no magari trascinarsi dietro ( a fronte di un’offerta irrinunciabile) anche Cristiano Ronaldo dal Real Madrid.

Questa è l’ipotesi più probabile, ma volendo andare avanti con l’immaginazione, e volendo sognare come è giusto che faccia ogni tifoso interista, si potrebbe ipotizzare un ritorno di Mourinho in abiti nerazzurri? Lo stesso tecnico del Real non ha mai negato la sua fede interista, confessando con continuità nelle interviste calcistiche la sua voglia di tornare un giorno ad allenare la SUA inter. Certamente volendo essere realisti è difficile pensare che questo possa accadere giusto per un paio di buoni motivi:1) Massimo Moratti in piena epoca austerity difficilmente potrebbe permettersi un ingaggio nemmeno vicino alla metà dell’attuale compenso del portoghese; 2) lo stesso Josè non tornerebbe mai in Italia per competere per la quarta o quinta posizione del campionato, e per l’Europa League, considerando l’attuale rosa nerazzurra, (con qualche reduce pensionabile del vecchio Triplete) e i nuovi mediocri innesti non possano dare risultati migliori.

Sognare non costa niente, ma ricostruire una squadra crollata nel corso degli anni con dirigenti non proprio svegli come Branca e soci è un altro contro. Chiedere a Moratti.

1 COMMENTO

  1. Fino a pochi mesi fa non avrei scommesso un solo euro su un’eventualità del genere. Ma ultimamente mi si è fatta strada per la testa questa idea..un possibile colpo di scena in un panorama pallonaro dove,alla fine fine,al di là delle speculazioni di sorta,conosciamo più o meno come vanno a finire le cose ( almeno a livello di mercato).
    Io penso che Mourinho potrebbe anche accollarsi ( a oggi) di tornare all’Inter,ma giustamente i presupposti sarebbero che: l’Inter si qualificasse almeno x i play off di Champions League ( e comunque lui non ce lo vedrei granchè gioioso a giocarsi i play off..anche se chiaramente li vincerebbe a occhi chiusi),e che si realizzasse la tanto favoleggiata partnership fra l’Inter e i cinesi. Forse questo potrebbe portare un bel po’ di soldini nelle casse del club..
    Perchè,scusate,ma il FPF vale solo x L’inter???
    In tutto questo,pensavo ancora,c’è da domandarsi se Mourinho ( a condizioni ottimisticamente buone: fondi sufficienti per pagare lui e la sua “lista della spesa”) si accollerebbe di tornare nel Campionato Italiano,che,come ha già detto,non gli piace tantissimo per determinate dinamiche.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here