Mourinho non sa perdere

0
374

Di uscire dalla Coppa non gli andava proprio e sopratutto non gli andava di uscire dopo aver subito tre reti ed esser stato umiliato sul piano del gioco e della convizione nella partita di Marassi. Gia dopo quella partita aveva addossato la colpa per sfortuna dei singoli, questa volta se la prende con la mancanza di fair play dei doriani e con l’arbitro Orsato. Ma nella realtà si può dire che solo un grande Ibra in formato pallone d’oro non basta ad aver la meglio di una Samp mai doma che mette in campo tutta la grinta del suo allenatore Mazzarri. I nerazzurri preparano come era normale attendersi una partita all’arrembaggio, vanno in vantaggio con Ibra e sfiorano il raddoppio sempre nel  primo tempo con una giocata fantastica dello svedese, ma la Samp non sta a guardare trascinata da un Cassano straordinario va in molte occasioni vicino al gol e nell’azione del vantaggio interista viene fermato Sammarco lanciato da solo a rete per un fuorigioco inesistente. La ripresa è sulla stessa falsariga del primo tempo l’Inter sfinge ma per imprecisione e bravura della retroguardia doriana non riesce a raddoppiare per poi cercare l’arrembaggio finale. Negli ultimi venti minuti la partita si incattivisce con sei ammoniti ed un espulso. L’Inter arriva bene al match cercando sin dall’inizio di riprendere una partita compromessa con la sciaugurata prestazione dell’andata, ma nei 180′ la qualificazione della Sampdoria è ampiamente meritata. Adesso i doriani si giocheranno la finale e l’accesso in Uefa nella finale di Roma contro la Lazio.

IL TABELLINO

Inter-Sampdoria 1-0 (27′ Ibrahimovic)
Inter (4-3-3): Julio Cesar; Santon, Materazzi, Cordoba (46′ Chivu), Maxwell; Vieira (54′ Cambiasso), Burdisso, Zanetti; Cruz (54′ Crespo), Ibrahimovic, Balotelli. In panchina: Toldo, Krhin, Mancini, Obinna. All. Mourinho
Sampdoria (3-5-2): Castellazzi; Campagnaro, Lucchini, Accardi; Raggi (67′ Stankevicius), Palombo, Sammarco, Franceschini, Pieri; Pazzini (46′ st Padalino), Cassano (78′ Delvecchio). In panchina: Mirante, Ziegler, Dessena, Marilungo. All. Mazzarri
Arbitro: Orsato di Schio
Ammoniti: Cordoba, Ibrahimovic, Zanetti, Chivu (I), Accardi, Pazzini (S)
Espulsi: 49′ st Materazzi, per doppia ammonizione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here