Napoli festeggia: -2 cancellato, assolti Grava e Cannavaro

0
505
Napoli, cancellata penalità assolti Grava e Cannavaro | © ED JONES/Getty Images

La notizia tanto attesa dai tifosi napoletani è, ora, ufficiale: la sentenza della Corte Federale, accogliendo il ricorso del Napoli, ha annullato i due punti di penalizzazione inflitti in primo grado al club partenopeo e, dunque, da oggi la Juventus ha un’avversaria in più per la lotta scudetto, oltre alla Lazio. La nuova classifica di serie A prevede, infatti, che Lazio e Napoli siano appaiate al secondo posto a meno tre punti dalla squadra di Antonio Conte, con all’attivo 42 punti in classifica. La Corte Federale, dunque, ha cancellato quanto deciso in primo grado dalla Disciplinare dopo una lunga giornata iniziata questa mattina con l’intervento del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis a difesa della sua squadra, facendo leva sulla sua fiducia nella giustizia ed invocando la necessità che “il calcio non deve aver paura di adeguarsi”. Un intervento forte e deciso, che il presidente ha considerato prioritario, volendoci mettere la faccia in prima persona: è innegabile, dunque, che la vittoria della società Napoli sia stata anche una sua fondamentale vittoria personale in una sentenza che è risultata antitetica rispetto al primo grado.

Parole che, a conti fatti, hanno colpito nel segno, considerando che la sentenza giunta in questi minuti ha cancellato con un colpo di spugna sia la penalità di due punti  in classifica che la squalifica di sei mesi a Paolo Cannavaro e Gianluca Grava, inflitta originariamente per “omessa denuncia” in merito alla tentata combine promossa dall’ex terzo portiere Gianello in Sampdoria-Napoli del 16 Maggio 2010. I due calciatori, dunque, potranno essere a disposizione di Walter Mazzarri già per il prossimo impegno di campionato e, sicuramente, il tecnico toscano starà gongolando per le due belle (e forse inaspettate) notizie che potranno dare una grande iniezione di fiducia e di entusiasmo all’intero ambiente per il proseguimento della stagione, proprio nel suo momento più importante.

Napoli, cancellata penalità assolti Grava e Cannavaro | ©  ED JONES/Getty Images
Napoli, cancellata penalità assolti Grava e Cannavaro | © ED JONES/Getty Images

Inoltre, la Corte Federale ha anche proceduto alla derubricazione del reato connesso alla tentata combine di Sampdoria-Napoli commesso dall’ex terzo portiere del Napoli Matteo Gianello da “illecito sportivo” a slealtà sportiva e, dunque, ciò ha reso possibile rivoluzionare quella che era la portata dalla responsabilità oggettiva del Napoli e, di conseguenza, anche di Grava e Cannavaro. La strategia difensiva del legale di Gianello, l’avvocato Eduardo Chiacchio, ha dunque contribuito in maniera incisiva alla cancellazione della penalità e delle squalifiche comminate in primo grado, ed è stato lo stesso avvocato Chiacchio a spiegarne il nesso: l’illecito sportivo determina la penalità in classifica e l’obbligo di denuncia; la slealtà sportiva non determina l’obbligo di denuncia e comporta soltanto un’ammenda per il club coinvolto ed, infatti, la sentenza della Corte federale ha determinato l’obbligo per la società partenopea di pagare un’ammenda di cinquantamila euro.

Una vittoria piena, dunque, che soddisfa i legali del Napoli che, per mezzo dell’avvocato Mattia Grassani, hanno espresso la loro contentezza per una sentenza che “fa giustizia”: “Procedimenti come questo capitano una volta ogni tanto, mi rallegra più di tutto che è stata fatta giustizia e che è stato restituito a Napoli ed ai suoi tifosi quello che veniva definito maltolto”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here