Napoli-Atalanta 3-2, Cavani-Pandev regalano 3 punti

0
982
Napoli-Atalanta 3-2, Cavani torna al gol | © AFP/Getty Images

Napoli-Atalanta valido per la ventinovesima giornata di serie A è un banco di prova importante per gli uomini di Mazzarri in ottica secondo posto, per cercare di mantenere a distanza il Milan e preservare la propria posizione privilegiata per l’accesso all’Europa che conta del prossimo anno. L’impegno, tuttavia, non è dei più agevoli contro la buona Atalanta di Stefano Colantuono, seppur falcidiata da numerose assenze. Il Napoli prova a partire forte e al pronti-via, giunge un fallo di Giorgi su Zuniga in area di rigore per il quale il direttore di gara concede il calcio di rigore. Si incarica del penalty Edinson Cavani che, dopo l’errore di domenica scorsa contro il Chievo, non può più sbagliare: 1-0, rigore realizzato. Il vantaggio dopo pochi minuti galvanizza la squadra partenopea che spinge forte in avanti, costruendo buone occasioni: al 16′ è Pandev ad andare vicino al raddoppio, al 17′ è clamoroso l’errore di Cavani che spreca da solo davanti al portiere Consigli un ottimo assist di Hamsik, il quale al 20′ sbaglia di testa un’altra ghiottissima occasione per il raddoppio. Si verifica, così, al 31′ la classica legge del calcio: gol sbagliato, gol subito e al primo affondo dell’Atalanta su cross di Denis arriva l’autorete clamorosa di Paolo Cannavaro che porta il risultato in parità: 1-1.

Napoli-Atalanta 3-2, Cavani torna al gol | ©  AFP/Getty Images
Napoli-Atalanta 3-2, Cavani torna al gol | © AFP/Getty Images

Al 33′, su punizione di Carmona trema la traversa di De Sanctis, con i nerazzurri bergamaschi che sfiorano, così, il clamoroso raddoppio. Si chiude, così, un primo tempo dominato per lunghi tratti dal Napoli che, però, è mancato della necessaria concretezza per chiuderlo e ha subito in maniera rocambolesca il gol del pareggio degli ospiti.

Il secondo tempo di Napoli-Atalanta si apre, così, con la tenacia degli azzurri nella ricerca del gol del nuovo vantaggio, con manovre insistenti nell’area di rigore atalantina, conquistando ripetuti calci d’angolo che, però, non hanno fortuna soprattutto grazie agli interventi dell’ottimo Consigli. Al 20′ del secondo tempo giunge, però, il tanto sospirato gol del Napoli, sempre con il Matador Cavani che riesce a farsi perdonare i precedenti errori di misura sottoporta. Cavani si gira in area e sferra un bel destro angolato sul quale è impossibile intervenire per Consigli: 2-1. Al 24′ ancora Cavani prova il tiro, ma Consigli si fa trovare pronto, mentre al 25′ è ancora pericoloso lo stesso Cavani che dopo la doppietta sembra essersi sbloccato psicologicamente sfiorando anche il terzo gol di testa su cross di Zuniga.

Al 28′, però, giunge il secondo pareggio dell’Atalanta che gela nuovamente il San Paolo, questa volta con Denis che beffa De Sanctis in uscita con un destro preciso su azione di contropiede: 2-2.

Il nuovo pari suona come un’ ulteriore beffa per gli azzurri che ritornano, così, ad attaccare a testa bassa per ritrovare il vantaggio; al 35′ si rende pericoloso Hamsik su colpo di testa che però finisce alto, mentre al 36′ giunge il nuovo vantaggio napoletano con Goran Pandev di sinistro al volo su assist di Armero: 3-2. 

Nei minuti finali di Napoli-Atalanta, i partenopei cercano di non assumersi ulteriori rischi soprattutto in contropiede ed optano per un possesso palla continuato per evitare di prestare il fianco alle ripartenze, ma la tensione è alta e per il Napoli è fondamentale ottenere il bottino e, così, nel finale giungono le espulsioni sia di Bigon che di Mazzarri per proteste, ma dopo 4 minuti di recupero (ed un rischio in mischia con tiro ribattuto di Lucchini) arriva il fischio finale che sancisce la vittoria degli azzurri dopo una gara rocambolesca ed emozionante che porta gli azzurri a conquistare tre punti fondamentali per il proseguio del campionato.

Napoli-Atalanta, le pagelle:

Cavani 6.5 Ritrova il gol su rigore dopo l’errore contro il Chievo e per non perdere le buone abitudini realizza anche il raddoppio

Pandev 6.5 Lavora generosamente ma è bravo e pronto nel segnare il gol determinante per la vittoria, con un bel sinistro al volo

Consigli 6.5 Buona prova in cui si distingue per alcuni preziosi interventi che, però, non riescono a evitare i tre gol subiti e la sconfitta

Tabellino Napoli-Atalanta:

Napoli (3-4-1-2): De Sanctis 5.5; Campagnaro 6, Cannavaro 5.5, Gamberini 5.5 (Armero 6.5, 18′ st); Maggio 6 (Insigne, 33′ st), Behrami 6, Dzemaili 6, Zuniga 6.5; Hamsik 6.5; Cavani 6.5, Pandev 6.5 (Rolando, 45′ st). Allenatore: Mazzarri.

Atalanta (4-4-1-1): Consigli 6.5; Raimondi 6, Stendardo 6, Lucchini 6.5, Del Grosso 6; Giorgi 5 (Canini, 14′ st), Carmona 6, Biondini 6 (Cazzola, 32′ st), Bonaventura 5.5; Moralez 5.5 (Livaja, 21′ st); Denis 6. Allenatore: Colantuono.

Ammoniti: Giorgi, Lucchini, Behrami, Denis, Bonaventura, Insigne

Espulsi: Mazzarri per proteste

Marcatori di Napoli-Atalanta 3-2: 4′ pt Cavani (rig.), 31′ pt autorete Cannavaro, 20′ st Cavani, 28′ st Denis, 36′ st Pandev

Video Napoli-Atalanta:

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here