Napoli-Milan 1-2, i rossoneri inseguono la Lazio

0
380

L’ultimo match, giocato proprio un anno fa (il 28 ottobre per la precisione), aveva regalato grandissime emozioni, con il Napoli sotto di due gol dopo i primi minuti (Pato e Inzaghi) e capace poi di riagguantare il Milan negli ultimi con Cigarini e Denis.

Il posticipo dell’ottava giornata (già ribattezzato Monday Night) si gioca sotto una pioggia battente, atmosfera inusuale per Napoli città del sole, ma la gara in notturna e il clima autunnale non risparmiano il pubblico del San Paolo.

Il primo sussulto è un violento testa contro testa tra Maggio e Antonini, che al dodicesimo minuto è già costretto a lasciare il campo rimpiazzato da Oddo. Il primo tiro in porta è di Robinho al 15esimo, ma il brasiliano non riesce a colpire con forza e De Sanctis para senza problemi. Il Napoli appare in difficoltà e non riesce a costruire trame interessanti. Gli uomini di Mazzarri si muovono con lentezza e assumono un atteggiamento particolarmente attendista. Nel grigiore dell’avvio, mentre Maggio lamenta dei giramenti di testa e viene sostituito da Yebda, il Milan passa in vantaggio con Robinho, ben servito in area dal neo entrato Oddo. Troppo facile per il rossonero concludere a rete da favorevole posizione. Il Napoli reagisce subito e sfiora il pareggio prima con Hamisk (di poco fuori il suo guizzo sul primo palo su cross di Lavezzi), poi con Yebda che, imbeccato dallo slovacco, colpisce male indirizzando la palla nettamente al di fuori dello specchio della porta. Gli azzurri ci provano ancora al 38esimo con Cavani su assist di Dossena, ma la deviazione sotto misura finisce fuori alla sinistra di Abbiati proteso in tuffo. Il primo tempo si chiude con il Napoli che rimane in 10 perché Pazienza già ammonito ferma ingenuamente con la mano un pallone a centrocampo, Ibrahimovic che gira a rete in rovesciata trovando pronto De Sanctis e Abbiati che vola all’incrocio dei palli per respingere un insidiosissimo colpo di testa di Lavezzi.

Nella ripresa passano solo due minuti e l’argentino è di nuovo pericoloso su un altro bello spunto di Dossena. Poi, il Pocho punta dritto verso la porta avversaria, ma Papastathopoulos (già ammonito) lo stende poco prima di entrare in area. Rizzoli assegna la punizione, ma grazia il difensore milanista. Il Napoli ci crede, ma si espone al contropiede del Milan, con Ibrahimovic che però spreca una buona occasione tirando senza convinzione tra le braccia di De Sanctis. Al 60esimo, Hamsik impegna nuovamente Abbiati e sette minuti dopo il portiere azzurro ipnotizza pure Pato.

Mazzarri tenta la carta Sosa (va fuori Hamsik), ma al 72esimo il Milan raddoppia. Ancora Oddo sulla destra mette in mezzo e Ibrahimovic tutto solo batte De Sanctis con un preciso colpo di testa. Cala il gelo sul San Paolo e, oltre all’acqua, comincia a piovere anche qualche fischio. Ci pensa però lo strepitoso Lavezzi, che da terra, con una magia, riapre la gara. Passano due minuti e scoppia un parapiglia in campo. Fasi concitate per uno scontro tra Aronica e Boateng che, pertanto, finiscono sul taccuino dell’arbitro. Mazzarri getta nella mischia il giovane Dumitru e il ragazzo si fa notare subito per la sua vivacità. Al 45esimo, Flamini (subentrato a Gattuso) sfiora il 3-1 e lo stesso fa Seedorf subito dopo. Il Napoli non si arrende e mette ancora paura al Milan, conquistando due corner in un minuto, ma Sosa spreca il secondo facendo uscire il pallone dopo la battuta.

Sull’ennesimo tiro dalla bandierina, sale in area anche Morgan De Sanctis, ma il guizzo vincente non c’è e Rizzoli fischia la fine. Il Milan conquista tre punti importantissimi, lanciandosi da solo all’inseguimento della Lazio, mentre il Napoli, pur avendo giocato un grandissimo secondo tempo, esce sconfitto palesando comunque delle difficoltà nell’approccio alla partita.

Il Tabellino

Napoli-Milan 1-2

Marcatori: Robinho 22’, Ibrahimovic 72’, Lavezzi 77’

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Grava, Aronica, Campagnaro; Maggio (23’ Yebda), Gargano (39’ Dumitru), Pazienza, Dossena; Hamsik (68’ Sosa), Lavezzi, Cavani. All.: Mazzarri. A disp.: Iezzo, Cribari, Zuni­ga.

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Nesta, Papastathopoulos, Antonini (12’ Oddo); Gattuso (87’ Flamini), Pirlo, Boateng; Robinho; Pato, Ibrahimovic (75’ Seedorf). All.: Allegri. A disp.: Amelia, Yepes, Montelongo, Inzaghi.

Espulsi: Pazienza (N) 46’ per doppia ammonizione

Ammoniti: Papastathopoulos (M), Robinho (M), Boateng (M) Bonera (M), Pazienza (N), Aronica (N)

Arbitro: Rizzoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here