NBA: Gallinari trascina New York, Nets ancora fermi al palo.

0
381

Danilo GallinariNell’anticipo NBA del 21 novembre i New York Knicks vincono il derby contro i New Jersey Nets. Partita che ha messo di fronte la peggiore squadra NBA, i Nets (0 vittorie e 13 sconfitte contando quest’ultima), e una delle piu’ deludenti in queste prime partite di stagione, i Knicks. Un derby abbastanza povero di stelle, dove una qualche parvenza di luce è venuta solo dal nostro connazionale Danilo Gallinari, autore di 17 punti e top scorer dei newyorchesi assieme ad Al Harrington. La partenza dein Knicks è buona e il primo quarto si chiude 29-24 per gli arancioblu. I Nets provano a rispondere ma l’inferiorità tecnica è troppo evidente e all’intervallo il punteggio dice 52-43 New York. Le cose sembrano cambiare per New Jersey al ritorno in campo perchè Douglas-Roberts inizia a trascinare i suoi compagni. E sorprendentemente, punto su punto, i Nets arrivano al meno 1 a 5 minuti dalla fine della partita. La squadra di Mike D’Antoni qui, però, si ricompatta e riesce a riallungare sui cugini: finisce 98-91. Tra i Knicks ben 6 uomini in doppia cifra: di Gallinari ed Harrington si è già detto, a questi si aggiungono David Lee con 16 punti e 12 rimbalzi, Hughes e Chandler con 13 punti e infine Duhon con 11. Ma la luce in fondo al tunnel è ancora molto molto distante. Tutto sembrerebbe passare dalle mani e dai progressi di Danilo, l’unico giocatore che sembra poter prendere per mano la squadra ed ovviamente il solo che potrebbe riuscire,in partite giocate sul filo di lana, a poter far pendere l’ago della bilancia per la squadra della “Grande Mela”. Poco da dire invece su New Jersey: squadra in ricostruzione dopo le pesanti perdite tecniche subite nelle ultime 2 estati. In questa partita in evidenza Chris Douglas-Roberts con 24 punti e Lopez con 18 punti,12 rimbalzi e 4 stoppate. Bene anche Williams con i suoi 17 punti. Ma i Nets danno l’impressione di essere una squadra in forte ricostruzione. D’altronde nel prossimo mercato avranno più spazio salariale rispetto a qualsiasi altra squadra NBA e potrebbero riuscire ad accaparrarsi uno (o più di uno) dei “big free-agent” che andranno in scadenza di contratto a giugno. E qui si parla di LeBron James, Dwyane Wade, Chris Bosh, certamente non giocatori qualunque, che uniti alla molto più che probabile prima scelta del prossimo Draft e al nucleo giovane che già c’è come base tecnica (Brook Lopez, Courtney Lee, Devin Harris, Douglas-Roberts, Terrence Williams) potrebbero portare i Nets subito nelle posizioni di vertice. Ma il presente è buio e non lascia presagire niente di buono…compreso il timore fondato che New Jersey in questo campionato possa battere il record negativo di vittorie (9-73 appartenente ai Philadelphia 76ers “ottenuto” nel lontano 1972-1973).

Guarda gli highlights di New Jersey Nets – New York Knics

Articolo precedenteSerie A 13 Giornata: highlights Bologna – Inter 1-3
Articolo successivoSerie A 13 Giornata: l’Inter espugna Bologna e vola in classifica

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO