NBA: James trascina i Cleveland Cavaliers al successo contro i Miami Heat

0
587

LeBron JamesSul parquet di Miami, gli Heat hanno ospitato i Cleveland Cavaliers. La sfida non era solamente tra le 2 franchigie ma ha visto scontrarsi anche 2 tra i giocatori piu’ forti in NBA (ai quali, tra l’altro, in Estate scade il contratto).
Ad assistere al match anche il miglior giocatore di pallacanestro di tutti i tempi, ovvero Michael Jordan.

La partita è stata sempre in bilico fino a metà del terzo quarto con un susseguirsi di parità di punti e leggeri vantaggi, soprattutto di Cleveland. Ma qui i Cavs hanno operato un leggero strappo, e a cavallo del quarto periodo sono riusciti ad avere anche una decina di punti margine. Miami ha provato a ricucire il margine e poteva anche riuscirci perchè a 3 minuti dalla fine Wade ha portato il risultato sul 103-99 per gli ospiti. Ma nel possesso successivo LeBron James ha dimostrato a tutti (se ce ne fosse bisogno ancora una volta) perchè è chiamato “the King”: bomba da 3 punti e discorso chiuso, la partita in archivio.

Miami ha cercato più che ha potuto di combattere contro i più quotati avversari. Facendo leva sul suo asso è riuscita ad esprimere un buon basket, segno che questa squadra cresce giorno dopo giorno e non è solo individualità. Ad aiutare Wade (che chiude con 36 punti) ci hanno pensato l’ottimo Beasley (anche lui in crescita, con 24 punti) e Jermaine O’Neal che segna 15 punti e prende 9 rimbalzi. Per i Cavs oltre al solito James da 34 punti ottima spalla si è dimostrato Mo Williams che sta tornando sui livelli dello scorso anno (25 punti). Sorpresa invece per la prestazione di J. J. Hickson che partito titolare mette 18 punti. Sono 15 invece i punti per Shaquille O’Neal, grande ex della partita che qui a MIami, assieme a Wade, condusse gli Heat al titolo NBA. Cleveland si sta ritrovando dopo la brutta partenza, bisogna continuare così per poter ambire ai traguardi che competono a questa franchigia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here