NBA: Kobe Bryant, che “magia”…

0
370

Kobe Bryant fa sempre spettacolo e conseguentemente fa sempre parlare di sè e delle sue magie sui parquet della NBA. L’ultima impresa è datata ieri notte, nella partita casalinga che i Lakers hanno disputato,sul campo amico, lo Staples Center, contro i malcapitati Oklahoma City Thunder. L’azione ha visto Kobe superare di slancio James Harden, guardia dei Thunder, che non ha potuto fare altro che cercare di spingere il numero 24 gialloviola fuori dal campo. Ma qui arriva il “Genio del canestro”: Bryant, seppur in precario equilibrio, tira da dietro il tabellone, quasi senza visuale e come per magia la parabola del pallone è così perfetta che conclude la sua discesa bucando la retina. Standing ovation allo Staples per un canestro memorabile da parte di un giocatore che sta ancora scrivendo pagine importanti nella storia del basket d’oltreoceano. Prodezza sublime ma che negli ultimi anni ha visto anche altri protagonisti: lo scorso anno il nostro Marco Belinelli segnò un canestro simile al Bradley Center, il parquet di Milwaukee dove giocano i Bucks. E questa stagione anche Rajon Rondo, playmaker dei fortissimi Boston Celtics è riuscito a fare una “magia” simile. Ma a gesti tecnici del genere non ci si abitua mai, soprattutto se a farli sono quei campioni con la “c” maiuscola. Memorie che resteranno scritte in modo indelebile nel grande libro della NBA.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here