NBA: Oklahoma travolge i Grizzlies, ko Dallas

0
446
David Lee abbatte i Mavs | ©Ezra Shaw/Getty Images

Soltanto due le partite Nba giocate nella notte. Esiti alla vigilia scontati, e che si sono puntualmente riscontrati. Alla Oracle Arena è andato in scena il one-man show di David Lee. Il padrone di casa ha sfiorato una tripla doppia clamorosa (15-20-9) nel successo di Golden State sui Mavs, ai quali non sono bastati i 22 punti dalla panchina di Vince Carter. Dallas vede allontanarsi giorno dopo giorno il sogno play-off, dopo anche l’inopinata sconfitta contro Portland di 48 ore fa. In Oklahoma invece continua la marcia inarrestabile dei Thunder, alla loro ventesima vittoria casalinga (20-3). I Thunder hanno strapazzato i Grizzlies, orfani di Rudy Gay, grazie ai 48 punti complessivi della coppia DurantWestbrook. E adesso i tifosi di Memphis iniziano ad avere paura.

Golden State Warriors – Dallas Mavericks 100-97, dubbi?

David Lee abbatte i Mavs | ©Ezra Shaw/Getty Images
David Lee abbatte i Mavs | ©Ezra Shaw/Getty Images

Ditemi, avevate forse qualche dubbio? Alla Oracle Arena i Warriors hanno la meglio su Dallas, reduce dal scioccante ko del Rose Garden contro Portland. Anche stavolta la fotografia dell’incontro può essere scattata nei secondi finali, con i Mavs in possesso a 25″ dal termine per il canestro della vittoria. La tragicommedia finisce però in una manciata di secondi, quanto basta a Bogut per bloccare il goffo tentativo di Brandan Wright. Mi chiedo e mi domando: ma perché il pallone del potenziale successo deve ritrovarsi in mano a Brandan? No spiegatemelo, perché fatico a comprenderlo.

I padroni di casa sfoderano un’altra grande prestazione, l’ennesima della stagione, potendo contare per la seconda serata consecutiva su un immenso Klay Thompson (27). Nei Warriors, privi ancora di Stephen Curry, c’è anche un certo David Lee, che chiarisce se ancora ce ne fosse bisogno il motivo della sua presenza all’All-Star Game, mettendo a referto 15 punti, 20 rimbalzi e 9 assist. Più chiaro di così…

Oklahoma City Thunder – Memphis Grizzlies 106-89, senza storia

Per le cose successe alla vigilie, tra scambi/cessioni eccetera, questa partita poteva finire soltanto con il segno “1” bello robusto, e così è stato. I Thunder hanno avuto vita particolarmente facile contro gli ospiti, che da qui fino al termine della stagione dovranno abituarsi a scendere in campo senza il loro uomo migliore, Rudy Gay. A differenza di Boston (lei sì che riavrà Rajon Rondo fra un anno), i Grizzlies dovranno tirare a campare guardando Gay giocare per Toronto, sapendo già di non poter riabbracciare più negli spogliatoi chi aveva macinato qualunque record della franchigia (479 gare giocate, 17.338 minuti, il migliore sotto la voce steals). Il battesimo del post-Rudy Gay non è stato poi dei più semplici, avendo dovuto fare i conti con Kevin Durant e Russell Westbrook, non gli ultimi arrivati.

Purtroppo per Memphis, stanotte Russell ha deciso di vestire i panni del discreto tiratore (9/17 da due), costituendo con Kevin Durant (27) la solita coppia perfetta: 48 i punti complessivi confezionati dai due big di Oklahoma, a cui si aggiungono i 16 dalla panchina di Kevin Martin. Agli ospiti non bastano quindi i 23 punti di Jerryd Bayless e la prova difensiva di Zach Randolph (19 rimbalzi) per contrastare lo strapotere dei Thunder. Siamo così sicuri che i Grizzlies vadano ancora ai play-off?

Classifica Eastern Conference

  1. Heat 29-13
  2. Knicks 28-15
  3. Bulls 28-17
  4. Pacers 27-19
  5. Nets 29-17
  6. Hawks 26-19
  7. Bucks 24-20
  8. Celtics 22-23
  9. Sixers 19-26
  10. Pistons 17-29
  11. Raptors 16-30
  12. Magic 14-31
  13. Cavaliers 13-33
  14. Wizards 11-33
  15. Bobcats 11-34

Classifica Western Conference

  1. Spurs 37-11
  2. Thunder 35-11
  3. Clippers 34-13
  4. Grizzlies 29-16
  5. Warriors 29-17
  6. Nuggets 29-18
  7. Jazz 25-21
  8. Rockets 25-23
  9. Blazers 23-22
  10. Lakers 20-26
  11. Mavericks 19-27
  12. Timberwolves 17-25
  13. Kings 17-30
  14. Suns 16-30
  15. Hornets 15-31

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here