NBA: Giornata negativa per gli italiani

0
338

Partite del 23 febbraio

L.A. CLIPPERS-GOLDEN STATE 105-118
CLI
Gordon 27, Randolph 27, B. Davis 25
GS Jackson 28, Watson 16, Crawford 15

Marco Belinelli parte in quintetto; i Warriors mantengono alto il ritmo e vanno avanti 23-11. Belinelli gioca tutto il primo quarto, difende bene mentre in attacco vede pochi palloni. I Clippers pareggiano alla fine del quarto (27-27) con una tripla fortunosa di Camby e chiudono in testa il primo tempo 60-55. I Clippers vanno a +9 grazie a Randolph e Gordon, e allungano a +18 con Gordon autore di tre triple, prima di subire il recupero di Golden State che chiude il quarto con un parziale di 10-2 per il 79-89. La vittoria dei Clippers porta nel finale la firma dell’ex Baron Davis autore della tripla per il 114-104 a 1’04” dal termine che spegne le ultime speranze dei Warriors.Il Barone chiude un’ottima prestazione sfiorando la tripla doppia: 25 punti, 9 rimbalzi e 10 assist.

NEW JERSEY-PHILADELPHIA 98-96
NJ Harris 39, Dooling 16, Carter 10
PHI Iguodala 21, Miller 17, Green 14, Young 14

Con un po’ di fortuna nel finale, New Jersey riesce a evitare la sconfitta contro i Sixers: Devin Harris (39 punti) corona una gara da incorniciare. I Nets, costretti a inseguire per tutto l’ultimo quarto, passano in testa con una tripla di Simmons nell’ultimo minuto, i Sixers aiutano i Nets sbagliando due tiri liberinel finale e Devin Harris mette un canestro rocambolesco da metà campo allo scadere. Dopo un lungo consulto gli arbitri convalidano il canestro miracoloso ed Harris esce in trionfo.

DENVER-BOSTON 76-114
DEN Smith 19, Antonhy 18, Kleiza 10
BOS Allen 26, Pierce 22, Powe 16

I Celtics non perdono un colpo anche dovendo fare a meno di Kevin Garnett. Con 26 punti di Ray Allen (6/11 da tre) e 22 di Pierce, Boston rifila a Denver una delle più pesanti sconfitte casalinghe nella storia della franchigia. I campioni in carica travolgono i Nuggets chiudendo il primo tempo a +23, rendendo così il secondo tempo una pura formalità.I Nuggets ora si devono guardare alle spalle nella lotta per la conquista della Northwest Division da Portland e Utah, che seguono al secondo e terzo posto.

UTAH-ATLANTA 108-89
UTA Brewer 19, Millsap 16, Korver 16
ATL Johnson 15, Horford 14, Murray 13

Gli Utah Jazz festeggiano il ritorno di Carlos Boozer dopo tre mesi di stop con una convincente vittoria sugli Hawks. Boozer chiude con 2 punti e 5 rimbalzi. Gli Hawks si arrendono dopo il secondo quarto esplosivo di Utah e nell’ultimo quarto Josh Smith viene espulso per un fallo su Matt Harpring sul punteggio di 99-77.

SACRAMENTO-NEW ORLEANS 105-112
SAC Martin 32, Nocioni 19, Garcia 17
NO Paul 27, West 24, Stojakovic 18

Dopo un primo tempo tranquillo, Chris Paul si scatena nel secondo creando numerosi grattacapi alla difesa dei Kings. Paul chiude con 27 punti e 13 assist, e nell’ultimo quarto dà spettacolo con 12 punti e tre passaggi lob per le schiacciate di Tyson Chandler. Kevin Martin realizza 24 punti nel quarto periodo, stabilendo un nuovo record nell’Arco Arena di Sacramento.

NEW YORK-INDIANA 123-119
NY Robinson 41, Harrington 27, Lee 20
IND Jack 33, Daniels 28, Murphy 19

I Knicks tornano al successo (123-119) grazie alla sontuosa prova di un grande Nate Robinson (41 punti, suo massimo stagionale). Gallinari chiude la gara con 0/1 da due e 0/2 da tre e con tre rimbalzi.

Articolo precedenteTre giorni di Coppa:1X2
Articolo successivoCrisi Napoli: anche la società ha le sue colpe!

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO