NBA: show Kobe e Shaq

0
425

Shaq ha ballato e Kobe ha brillato, tutto come ai vecchi tempi all’All-Star Game di Phoenix. Bryant è stato il miglior marcatore della partita con 27 punti ed O’Neal ne ha messi 17 in soli 11 minuti, il vecchio “dynamic-duo” ha così trascinato la selezione della Western Conference alla vittoria, ottenuta con un tondo 146 a 119 contro le stelle dell’Est. Di nuovo nella stessa squadra per la prima volta da 5 anni a questa parte, i 3 volte campioni NBA hanno diviso il premio di migliore in campo. i due hanno aiutato l’Ovest a rimontare lo svantaggio iniziale e poi hanno collaborato nel tirare lo strappo decisivo durante il terzo quarto.

O’Neal aveva saltato, l’anno scorso, il primo All-Star Game dopo 14 selezioni consecutive ed ha messo in campo, come sempre, le sue grandi doti da intrattenitore. Il vecchio numero 32 ha infatti ballato al centro del gruppo di ballerini Hip-Hop che presentavano i 2 quintetti indossando la stessa maschera dei performers.

Chris Paul, Pau Gasol, Brandon Roy e Tony Parker hanno tutti segnato 14 punti per la formazione dell’Ovest, Paul ha anche aggiunto 14 assists.

Dwight Howard ha avuto 13 punti e soli 7 rimbalzi in quella che è stata una partita dominata dall’Ovest e lasciata andare dall’Est, che ha tirato con brutte percentuali e si è fatta surclassare a rimbalzo (51 – 38).

Articolo precedenteLega Pro 2 girone C: il punto sulla 22 giornata
Articolo successivoViareggio: oggi gli ottavi
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO