Posticipo Prima Divisione A: tra Cesena e Pro Patria prevale la paura

2
381

Il big match della 28° Giornata del girone A di Prima Divisione termina a reti inviolate. Tra Cesena e Pro Patria prevale la paura, cosi le due squadre continuano ad esser appaiate in testa alla classifica con 49 punti. La partita inizia con un minuto di silenzio per le vittime del terremoto in Abruzzo. La prima fase è di studio, la partita si gioca prevalentemente a centrocampo con le due squadre che badano a non scoprirsi. La prima occasione è per la Pro Patria con una punizione di Do Padro che va poco alto sulla traversa. La reazione del Ceseba è sui piedi di Motta che al 28° tira dalla lunga distanza con la palla che passa vicino al palo della prta difesa da Anania, Motta si ripete due minuti piu tardi ma questa volta è il palo a negargli la gioia del gol. In questa parte della gara il Cesena si fa apprezzare di piu e riesce anche ad andare a segno allo scadere del primo tempo, ma il gol di Motta viene annullato ingiustamente.Il secondo tempo scorre senza grosse emozioni, tra le due squadre prevale il timore di scoprirsi troppo, la gara si conclude sullo 0-0 e continua il testa a testa per la vittoria del campionato.

Cesena (4-2-1-3):
Ravaglia – Ceccarelli, Cusaro, Lauro, Biserni (32’st Schelotto) – Segarelli (42’st Chiavarini), De Feudis, Sacilotto – Giaccherini – Veronese, Motta (21’st Djuric). All. Bisoli.
Pro Patria (4-2-3-1): Anania – Music, Urbano, Pisani, Barjie – Zappacosta (21’st Cristiano), Dalla Bona – Toledo, Correa (42’st Migliorini), Do Prado (32’st Melara) – Fofana. All. Lerda.
Ammoniti: Ceccarelli, Djuric(Cesena) Do Prado, Toledo, Zappacosta, Cristiano, Dalla Bona(Pro Patria)
Arbitro: Giancola di Vasto (Schenone, Evangelista)
(guarda gli altri risultati della 28 giornata)
Classifica:
PRO PATRIA 49
CESENA 49
REGGIANA 46
RAVENNA 45
SPAL 44
VERONA 40
NOVARA 39
PERGOCREMA 38
PADOVA 38
LUMEZZANE 37
CREMONESE 36

Articolo precedenteLega Pro Seconda Divisione 28 Giornata: Risultati, marcatori, classifica, classifica marcatori e prossimo turno
Articolo successivoDa Kaka e Buffon i soldi per ridurre il gap dall’Inter
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO