Prima Divisione, il punto: per il Novara è quasi promozione, Pescara e Portogruaro braccano l’Hellas Verona

0
423

Il Sabato Santo calcistico 2010 in Prima Divisione manda in orbita il Novara nel Girone A, ormai ad un passo dalla promozione diretta, e rimette tutto in discussione nel Girone B per quanto concerne i quartieri nobili della classifica. Nel raggruppamento A, infatti, i piemontesi allenati da Tesser mantengono inalterate le distanze dalle inseguitrici e domenica prossima in casa contro il Foligno potrebbero festeggiare la promozione anticipata. Il pareggio di Lecco, dunque, consente a Rubino e soci di mantenere l’imbattibilità e di aggiungere un nuovo tassello al mosaico perfetto dell’annata calcistica 2009/10 pensato da Attilio Tesser. Nella giornata degli 1-1 (ben sette pareggi con tale risultato su nove gare), frenano in casa Cremonese,Arezzo e Benevento e fuori casa il Varese, vale a dire le concorrenti del Novara.

Le uniche due vittorie di giornata sono quelle del Viareggio sulla Pro Patria (2-1) e del Foligno che sancisce in modo definitivo la crisi nera dell’Alessandria di Artico. Ben più combattuta ed interessante la situazione in vetta al Girone B, ancora sconvolto dall’ormai celeberrimo caso Potenza. L’Hellas Verona perde la sua imbattibilità esterna a Marcianise e vede avvicinarsi Pescara e Portogruaro: gli abruzzesi battono 3-1 il Cosenza licenziando indirettamente il tecnico calabrese Toscano (sostituito da Glerean) mentre i veneti battono tra le mura amiche la Spal grazie ad una rete del solito Altinier. Ora il vantaggio degli scaligeri sulla coppia di inseguitrici è di soli due punti e domenica al ‘Bentegodi’ andrà in scena una partita che può valere un’intera stagione, vale a dire Hellas-Pescara (mentre il derby veneto tra le nobili del campionato è previsto per l’ultima gara del torneo).

Il Pescara di Di Francesco, che in quattro partite ha recuperato sei punti a Remondina e soci (dal -8 della venticinquesima al -2 della ventinovesima), salirà in Veneto forte delle tre vittorie consecutive maturate tra fine Marzo ed inizio Aprile mentre i gialloblu intendono invertire nella partita dell’anno il trend negativo dell’ultimo mese e mezzo nel quale in 6 gare hanno collezionato 3 pareggi, 2 sconfitte ed una sola vittoria. Per il resto della giornata sono da segnalare l’ennesimo passo falso del Taranto (sconfitto a Cava dei Tirreni dalla Stringara’s Band), il pareggio maturato tra Ternana e Virtus Lanciano (terzo pareggio in altrettante partite per il tecnico umbro Giorgini) e le preziosissime vittorie in chiave salvezza di Pescina VdG e Foggia rispettivamente in casa contro il Ravenna (2-1) ed in trasferta a Rimini (0-1).

Articolo precedenteCalciomercato Milan: si stringe per Cacau e Goulon
Articolo successivoChampions League: Mou recupera Sneijder, Balotelli in panca

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO