Reggina:un pari deludente

0
373

I Calabresi impattano con il Lecce, un pari che non serve a nessuno

La Reggina deve accontentarsi. Nessuna rete, un solo punto e classifica sempre più preoccupante. Gli amaranto costruiscono almeno sette palle gol ma alla fine tornano da Lecce con uno 0-0 che non aiuta. La gara: dopo due minuti Rosati deve compiere un miracolo sul destro al volo di Sestu. Con Giacomazzi messo fuori causa in mattinata da un attacco influenzale, a centrocampo i salentini soffrono l’aggressività della banda di Orlandi. Al 21′, calabresi vanno ancora una volta vicini al vantaggio: Corradi in area riceve il pallone dopo un rimpallo e s’inventa un pallonetto che scavalca Rosati ma che viene ribattuto in rovesciata da Schiavi. Gli ospiti vorrebbero il gol ma per Gava il pallone non ha superato la linea di porta. I ritmi sono alti e il Lecce fa fatica ad avvicinarsi dalle parti di Puggioni: ci riesce Castillo al 33′, ma il portiere ospite in uscita blocca. Prima dell’intervallo Rosati compie il secondo miracolo della giornata deviando sopra la traversa la conclusione ravvicinata di Barillà. La ripresa si apre con Brienza che, lanciato in contropiede, spreca calciando alto a tu per tu con Rosati. Stesso copione tre minuti dopo, ma questa volta l’attore è Cozza. La risposta della squadra di Beretta è affidata a una punizione di Zanchetta, deviata in angolo da Puggioni. A questo punto il Lecce preme sull’acceleratore ma Puggioni si esalta. Dall’altra parte la Reggina risponde Brienza e Corradi, che sprecano ancora davanti a Rosati e non fanno che aumentare il rammarico per gli ospiti e i fischi dei tifosi leccesi verso Beretta e i suoi. La squadra di Orlandi, però, al 44′ rischia la beffa ma l’arbitro annulla una rete per fuorigioco.

Lecce (3-5-2): Rosati, Schiavi, Fabiano, Esposito (35′ st Papadopoulos), Papa Waigo (14′ st Basta), Munari, Zanchetta, Vives (18′ st Caserta), Giuliatto, Castillo, Tiribocchi. All.: Beretta.
Reggina (3-4-2-1): Puggioni, Lanzaro, Valdez, Cirillo (18′ st Krajcik), Sestu, Carmona, Barillà (32′ st Cascione), Costa, Cozza (40′ st Di Gennaro), Brienza, Corradi. All. Orlandi 6.
Arbitro: Gava di Conegliano Veneto.
Note: Spettatori 10.000 circa. Ammoniti: Schiavi, Valdez per proteste, Esposito, Carmona, Barillà e Cirillo per gioco falloso. Angoli: 5-2 per la Reggina. Recupero: 1′ e 4′.
fonte:ilquotidianoweb.it

Articolo precedenteSerie A:panchine bollenti…
Articolo successivoSerie A 27 giornata:risultati marcatori e classifica e highlights
Malato di sport e sopratutto di calcio. Mi piace curare le rubriche sui settori giovanili e presentare aspiranti campioni. Ho allevato e curato Il Pallonaro con tanta dedizione e passione e aver riscontri positivi mi riempe di gioia. La nostra è una grande famiglia affiatata, chi entra a farne parte difficilmente poi non sa farne a meno.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO