Del Piero, il Sydney prova a trattenerlo oltre il 2014

0
445
Del Piero subisce troppi falli in Australia | © Mark Kolbe/Getty Images

La situazione di classifica del Sydney Fc di Frank Farina è davvero molto delicata, considerando l’ultimo posto in classifica nella A-League, e le numerose sconfitte che la squadra continua a collezionare, con l’ultima in ordine cronologico rimediata nel derby di Sydney, proprio nel giorno del rientro in campo di Alessandro Del Piero dopo l’infortunio muscolare. In un clima di insoddisfazione e preoccupazione per i risultati che non arrivano e che fanno sì da allontanare tutte le premesse positive della vigilia, le parole dello stesso numero dieci riportate, poi, da un quotidiano australiano avevano gettato qualche ombra sulla possibile permanenza di Alex anche per la prossima stagione nella terra dei canguri, considerando  che a riguardo Del Piero si era limitato ad affermare che sarà un pensiero “successivo”, che lo riguarderà soltanto a fine stagione: un modo professionale per sottolineare che, ora, il pensiero prioritario sono le questioni di campo ed il tentativo di concentrare tutte le energie verso l’obiettivo di risollevare le sorti della squadra.

Quelle parole, però, sono state lette anche in un’ottica più negativa, quasi a voler affermare una sorta di “disamoramento” di Del Piero nei confronti del progetto Sydney, che solo qualche emse fa aveva accettato  di sposare con grande entusiasmo, per divenire una sorta di ambasciatore-simbolo del calcio stellare europeo in una Nazione che lo considera ancora uno sport outsider e che gli preferisce nettamente il rugby.

Del Piero, il Sydney prova a trattenerlo oltre 2014 | © Mark Kolbe/Getty Images
Del Piero, il Sydney prova a trattenerlo oltre 2014 | © Mark Kolbe/Getty Images

Il club, però, ha voluto ridimensionare l’allarmismo sorto attorno alla questione e per voce dello stesso presidente Barlow ha deciso di chiarire alcuni punti salienti del progetto legato a Del Piero, facendo riferimento in primis all’orizzonte temporale di lungo periodo nonostante i 37 anni del campione veneto. Il contratto tra Alex Del Piero ed il Sydney, siglato nel mese di settembre, scadrà nel 2014 ed ha, dunque, durata biennale, ma il numero uno del club vorrebbe provare a convincere il numero dieci ad estenderlo ulteriormente, oltre il 2014. Sarà questo, dunque, l’argomento della trattativa che – come annunciato dal presidente Barlow – inizierà nelle prossime settimane tra il Sydney ed i manager di Del Piero perchè “ci sono ancora diversi dettagli su cui lavorare, ma abbiamo sempre pensato ad Alex come ad un progetto a lungo termine”. Un intento formulato nelle intenzioni iniziali che, dunque, pare non esser mutato per il club, considerando che la volontà di legare la figura di Del Piero al Sydney Fc oltre il 2014 è stata anche “ribadita nell’incontro mensile del board svoltosi all’inizio di questa settimana”. 

Lo scenario che va profilandosi è, dunque, molto chiaro: da un lato il club che farà di tutto per trattenere Alex Del Piero e costruire attorno alla sua figura un’immagine di prestigio che possa andare anche aldilà dei confini australiani, dall’altro la posizione di Alex, che ha accettato di tuffarsi in questa nuova avventura, cambiando latitudine e calandosi in una realtà totalmente differente, ma che in cambio vorrebbe quello di cui un campione come lui ha bisogno, quasi fosse una linfa vitale per trovare i giusti stimoli per andare in campo: la possibilità di inseguire qualche traguardo importante e, nella situazione attuale, non è un dettaglio da poco.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here