Totti si riprende la Roma, la Juve incassa la quarta sconfitta

0
962
Roma - Juventus | © GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images

“Giu le mani dalla Roma” aveva detto nei gorni scorsi, e ieri sera Totti se l’è ripresa quella Roma sbandata, disunita e umiliata delle scorse settimane.  Nel big match andato di scena ieri all’Olimpico tra Roma-Juve i padroni di casa hanno battuto per 1-0, grazie alla rete del Capitano, i banconeri, la squadra più in forma e più affamata del campionato. Juventus che paga però la bella prestazione di Martedì contro il Celtic in Champions League, era già successo dopo la vittoria per 3-0 contro il Chelsea di perdere di misura in Campionato  contro il Milan.

Dopo aver provato per tutta la settimana il 3-5-2 Andreazzoli sfodera invece un inedito 2-4-1-2 con Piris, Marquinhos e Burdisso nel reparto difensivo, Torodisis spostato sulla fascia destra, Marquinho, De Rossi e Lamela trequartista centrale dietro ad Osvaldo e Totti. Conte invece si affida agli eroi di Scozia ma senza Marchisio squalificato e proprio gli inserimenti del principino sono tra le armi mancanti di questa Juventus.
La Roma parte subito forte con un pressing molto alto e il primo guizzo è proprio di Osvaldo che su invito di Totti prova a sorprendere Buffon. Qualche minuto più tardi è ancora un guizzo di Osvaldo a spaventare gli avversari, l’attaccante supera Buffon in uscita ma il suo cross al centro trova Bonucci che con il ginocchio restituisce palla (involontariamente) al portiere. Al 18′ brutto fallaccio di De Rossi ai danni di Lichtsteiner e cartellino giallo per il romanista, sulla punizione si porta Pirlo che aggirando la barriera con un tiro di 25 mt trova la pronta risposta di Stekelenburg che devia in angolo.

Roma - Juventus | © GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images
Roma – Juventus | © GABRIEL BOUYS/AFP/Getty Images

La Juventus sembra aver superato la fase iniziale di sbandamento e prova a fare ordine e riprendere il campo ma l’unica cosa degna di nota fino al 45′ è il brutto fallo di Totti su Pirlo colpito al ginocchio destro. La panchina i tifosi tremano per le condizioni del centrocampista bianconero e anche Totti si rende conto della pericolosità del fallo. Rocchi lo grazia con un cartellino giallo ma, nonostante l’involontarietà del capitano giallorosso, il fallo richiamerebbe un colore diverso dal giallo. Finisce il primo tempo sullo 0-0 e quello che tutti si aspettano di rivedere nel secondo tempo è la solita Juve che cambia passo e volto alla partita, invece la Juve all’Olimpico non c’è proprio. Conte cambia uno spento e svogliato Vucinic per Giovinco, e Asamoah per Padoin.
All’11’ il miracolo di Buffon: cross di Pjanic per Osvaldo con il portiere che respinge il colpo di testa d’istinto. Ma è solo il preludio al gol che siconcretizza al 58′ grazie ad una “sassata” di Capitan Tottti che concretizza una respinta corta di Vidal.
I Campioni d’Italia non reagiscono e a nulla serve il debutto in campionato di Anelka a fare la terza punta perchè i giallorossi si chiudono bene in difesa e, anzi, sono sempre i padroni di casa a essere pericolosi in un paio di altre occasioni per il raddoppio.

Quarta sconfitta in campionato per i bianconeri che riapre a tutti gli efftti il campionato, il Napoli in campo oggi contro la Sampdoria può portarsi a -2 in vista dell scontro diretto del 2 Marzo prossimo, quando la Juventus sarà ospite del San Paolo.

Roma-Juve Le Pagelle

Totti 7,5: E’ la sua Roma e se la riprende tutta al 58′ quando con un bolide a 115 km/h supera Buffon.

De Rossi 6,5: partita molto maschia la sua e si capisce dai primi minuti di gioco quando con un fallaccio ferma Lichtsteiner. Leone a centrocampo.

Osvaldo 6,5: Dopo il caos scatenato per quel rigore sbagliato a Marassi, è l’unico che lotta sin dai primi minuti, cera il riscatto, non lo avrà grazie a un gol ma alla fine della partita gli applausi sono anche per lui.

Juventus

Pirlo 6: Maltrattato dagli avversari per tutta la partita, subisce il fallaccio di Totti che ha fatto temere il peggio per le sue condizioni. Prova a sorprendere Stekelenburg su punizione ma il portiere non si fa sorprendere.

Asamoah 5: Il suo rientro dalla coppa d’Africa era il più atteso ma delude le aspettative.

Vucinic 4,5: il montenegrino torna per la prima volta all’Olimpico da ex ma la sua prova è deludente tnto che Conte è costretto a rimpiazzarlo dopo 50′.
ROMA-JUVE 1-0
Roma (3-4-2-1): Stekelenburg 6,5; Piris 6, Burdisso 6, Marquinhos 6,5; Torosidis 6, De Rossi 6,5, Pjanic 5,5 (23′ st Bradley 6), Marquinho 5,5 (38′ st Balzaretti 6); Lamela 6,5, Totti 7,5 (43′ st Florenzi sv); Osvaldo 6,5. A disp.: Goicoechea, Lobont, Romagnoli, Taddei, Perrotta, Lucca, Tachtsidis, Nico Lopez. All.: Andreazzoli 6,5
Juventus (3-5-2): Buffon 6,5; Barzagli 6, Bonucci 6, Caceres 6,5; Lichtsteiner 6, Vidal 5 (26′ st Anelka 6), Pirlo 6, Pogba 5,5, Asamoah 5 (11′ st Padoin 5,5); Matri 5, Vucinic 4,5 (11′ st Giovinco 5,5). A disp.: Storari, Rubinho, Giaccherini, Isla, Marrone, Quagliarella. All.: Conte 6
Arbitro: Rocchi
Marcatori: 13′ st Totti (R)
Ammoniti: De Rossi, Totti (R), Lichtsteiner, Matri, Pirlo (J)
Espulsi: –

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here