Roma: Trigoria come Bagdad. Adesso ammettete che Capello ha ragione!

1
352

curva-sud-300x183Momento delicatissimo nella Capitale, la Roma in ritiro per cercare di superare il momento difficile in campionato dove ha subito tre sconfitte consecutive che stanno pregiudicando il piano di rimonta previsto da Claudio Ranieri nel momento in cui ha accettato di sostituire Luciano Spalletti.

La società oltre ai tantissimi problemi a cui deve trovar rimedio giorno per giorno, dalla questione economica e la querelle con Unicredit alla situazione infortuni che compromette il valore della rosa già con evidenti limiti di organico, deve cercare di risolvere la situazione tifosi. La società giallorossa è da sempre sotto scacco della tifoseria, che pretende di decidere le linee guida insieme alla società e manifestare il disappunto di un momento no della squadra mettendo sotto assedio il centro sportivo di Trigoria. Dopo la contestazione durante gli allenamenti a cui sono seguiti l’esposizione di striscioni di protesta contro squadra e società il passo successivo è stato quello di far esplodere una bomba carta nel centro sportivo compromettendo cosi la tranquillità della squadra e costringendo le forze dell’ordine ad aumentare il livello di guardia.

Quest’ultimo attentato è la cartina di tornasole sulle parole espresse qualche giorno addietro dal ct dell’Inghilterra Fabio Capello, l’ex tecnico di Milan, Roma e Juventus come ricorderete ha criticato il calcio italiano proprio per il fatto di esser sempre sotto pressione costante dei tifosi. Le sue parole a dire il vero trovarono l’appoggio del neo tecnico giallorosso Claudio Ranieri ma la reazione dei vertici federali fu proprio contro Capello. E’ evidente che alla luce del clima che si respira in questo momento nella capitale dove anche la Lazio ha le sue gatte da pelare ma anche in altre città italiane la situazione non è migliore bisogna aver il coraggio di una presa di coscienza emarginando chi cela dietro una pseudo passione sportiva interessi per fomentare questo stato di agitazione.

Tornando al calcio giocato domani la Roma affronterà all’Olimpico il Bologna di Franco Colomba, Ranieri dovrà fare ancora e meno del capitano Francesco Totti e non recupera Burdisso mentre avrà di nuovo a disposizione Menez e Pizzarro. Il tecnico in conferenza stampa confessa che lo spirito di gruppo è la medicina per uscire dalla crisi “So che occorre essere tutti uniti per uscire fuori da questo periodaccio, lo spogliatoio è sereno ed è costituito da persone che cercano di trovare una soluzione. Sono sereno anch’io. Il ritiro spero abbia giovato alla squadra, che ha deciso di comune accordo con la società di portarlo avanti. Se è stato utile, lo scopriremo domani: con la vittoria sarà andato tutto bene, con la scofitta sarà il contrario. Comunque, questi tre punti per noi sono fondamentali“.

1 COMMENTO

  1. Roma: Trigoria come Bagdad. Adesso ammettete che Capello ha ragione!…

    Momento delicatissimo nella Capitale, la Roma in ritiro per cercare di superare il momento difficile in campionato dove ha subito tre sconfitte consecutive che stanno pregiudicando il piano di rimonta previsto da Claudio Ranieri nel momento in cui ha…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here